IMU 2013 

guida al pagamento
dell'imposta municipale sugli immobili

Aggiungi questa Guida ai siti preferiti
Fai di questa Guida la tua home page
Guida pratica coordinata da Giuseppe Carapucci
copyright © dossier.net - 15a edizione 1996-2012
La riproduzione, sia totale che parziale, è vietata.

Il sito principale: http://www.dossier.net/guida/
Il "mirror" su server italiano: http://www.uau.it/
Elenco dei Comuni dove si paga la mini Imu entro il 24 gennaio 2014 aggiornato dall'Ifel
Sono 2391 i Comuni dove i contribuenti sono tenuti a pagare la mini Imu, cioè il conguaglio da versare in occasione del saldo Imu. La scadenza è fissata per il 24 gennaio 2014. I Comuni interessati sono quelli dove sono state deliberate aliquote superiori a quelle base per l'abitazione principale e le case assimilate, per i terreni agricoli coltivati e non da agricoltori iscritti alla cassa di previdenza di categoria, per i fabbricati rurali ad uso strumentale. Si ricorda che le aliquote base sono pari al 4 per mille sull'abitazione principale; al 7,6 per mille sui terreni agricoli a conduzione diretta; al 2 per mille sui fabbricati rurali strumentali ad uso agricolo. I contribuenti dovranno versare il 40% dell'Imu dovuta, mentre il restante 60% resterà a carico dello Stato.

» Elenco completo ed aggiornato dei Comuni dove si paga la mini Imu secondo l'istituto Ifel.
» Cliccare qui per collegarsi alla calcolatrice online per la mini Imu sull'abitazione principale.
Confermata l'abolizione della seconda rata Imu per la prima casa
Con un decreto legge emanato dal Consiglio del Ministri il 27 novembre 2013, "Si abolisce la seconda rata dell'IMU 2013 sull'abitazione principale, ad eccezione degli immobili classificati nelle categorie A/1, A/8, A/9 (fabbricati considerati di pregio, n.d.r.). Per quanto riguarda l'IMU agricola per i fabbricati rurali e per gli imprenditori agricoli professionali relativamente ai terreni, è prevista l’esenzione totale dal pagamento della seconda rata". Come si legge nel comunicato diramato da Palazzo Chigi, "Per quanto riguarda il gettito ulteriore atteso dai Comuni che hanno deliberato per l'anno 2013 aliquote superiori a quella standard, circa metà dell'importo viene ristorata dallo Stato; a fini perequativi, l'altra metà verrà versata dai contribuenti interessati a metà gennaio 2014, alle stesse scadenze già programmate per altri tributi".
Prima casa in comodato a figli e genitori leggi le altre notizie Imu (nuova Ici)
12 dicembre 2013 - Il decreto legge 31 agosto 2013 n. 102 ha ripristinato la possibilità di assimilare all'abitazione principale gli immobili concessi in comodato gratuito ai parenti in primo grado, cioè a genitori e figli. Inoltre, per gli appartenenti alle forze armate, la classificazione come prima casa di un immobile non richiede più i requisiti della dimora abituale e della residenza anagrafica. Cliccare qui per leggere le novità.

27 novembre 2013 - Nasce la Iuc, Imposta Unica Comunale, che riunirà tre tasse: l' Imu che non sarà più applicata all'abitazione principale, ad esclusione dei fabbricati di lusso; la Tasi, Tassa sui servizi comunali indivisibili, che riguarderà tutti gli immobili; la Tari che sostituisce la Tares, cioè la tassa sui rifiuti. Cliccare qui per leggere il testo approvato in Senato il 26 novembre 2013.

27 maggio 2013 - Il Dipartimento delle Finanze del Ministero ha emanato il 23 maggio la circolare 2/DF con cui si chiarisce come dovrà essere pagato l'acconto Imu 2013, in scadenza il prossimo 17 giugno (il 16 è domenica). Cliccare qui per leggere il testo della circolare.

22 maggio 2013 - Entra in vigore il decreto legge 21 maggio 2013, n. 54, con cui l'Imu sulla prima casa è stata sospesa fino al 16 settembre 2013, tranne che per gli immobili di pregio di categoria A/1, A/8, A/9. L'imposta è stata sospesa anche per i terreni agricoli e per i fabbricati rurali. Cliccare qui per leggere il testo ufficiale del decreto legge 54/2013.

17 maggio 2013 - Il governo ha emanato il decreto che sospende il pagamento dell'Imu sulla prima casa fino al prossimo 16 settembre. Il provvedimento riguarda tutte le abitazioni principali, ad esclusione degli immobili di pregio di categoria A/1, A/8, A/9. Imposta sospesa anche per le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, per gli alloggi assegnati dagli Istituti Autonomi per le Case Popolari (Iacp), per i terreni agricoli e per i fabbricati rurali. Se entro il 31 agosto 2013 non sarà varata una riforma più articolata della tassazione sugli immobili, resteranno in vigore le attuali norme.

29 dicembre 2012 - Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012, Supplemento Ordinario n. 212, la Legge 24 dicembre 2012 n. 228, denominata Legge di Stabilità 2013 (ex Finanziaria), che modifica le norme sull'Imu, l'Imposta Municipale Propria sugli immobili.
Il testo aggiornato dell'art. 13 del decreto n. 201/2011.
Il testo aggiornato del dlgs n. 23/2011 sul Federalismo.

24 dicembre 2012 - Il Ministero delle Finanze ha pubblicato il modello ufficiale di Dichiarazione Imu in versione editabile. La Dichiarazione Imu va inoltratata entro 90 giorni dalla data in cui è iniziato il possesso dell'immobile o da quando si sono verificate variazioni che incidono sulla determinazione dell'imposta. Se l'obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012, la scadenza è fissata al 4 febbraio 2013. La Dichiarazione Imu va presentata al Comune dove sorge l'immobile tramite consegna diretta, raccomandata postale, posta elettronica certificata (Pec).
Cliccare qui per scaricare il modello editabile.
Cliccare qui per consultare le istruzioni ufficiali.
Cliccare qui per il sommario con tutti i modelli.

15 dicembre 2012 - È stata pubblicata la Risoluzione 13 dicembre 2012 n. 2/DF emanata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, in materia di 'Imposta municipale propria (IMU). Problematiche relative ai rimborsi e ai conguagli di somme versate al Comune o allo Stato. Quesito.' Il documento contiene le risposte ad una serie di errori commessi di frequente dai contribuenti e indica le procedure da seguire per porvi rimedio.
Cliccare qui per leggere il testo della Risoluzione 13 dicembre 2012 n. 2/DF del Ministero delle Finanze.

30 novembre 2012 - È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 280 del 30 novembre 2012 il decreto emanato il 23 novembre scorso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, intitolato 'Approvazione del modello di bollettino di conto corrente concernente il versamento dell'imposta municipale propria (IMU).' Dal 1° dicembre il bollettino di conto corrente postale potrà essere utilizzato per il versamento Imu, in alternativa al modello F24. Si ricorda che il saldo Imu scadrà lunedì 17 dicembre 2012.
Il testo ufficiale del decreto 23/11/2012 di approvazione del modello di bollettino di conto corrente postale.

28 novembre 2012 - Prorogata al 4 febbraio 2013 la scadenza della dichiarazione Imu. Il Mef ha comunicato il nuovo termine di scadenza delle dichiarazioni Imu relative all'anno 2012. Il termine di presentazione è stato fissato al 4 febbraio 2013 (il 3 è domenica); la precedente scadenza era del 30 novembre. In base al decreto legge n. 174 del 2012, la data è stabilita conteggiando 90 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto di approvazione del modello di dichiarazione Imu, avvenuta il 5 novembre.
L'articolo con il modello ufficiale di dichiarazione Imu.

23 novembre 2012 - Con decreto del 23 novembre 2012, il ministero delle finanze ha approvato il modello di bollettino di conto corrente postale con cui i contribuenti potranno versare il saldo Imu entro il prossimo 17 dicembre (il 16 è domenica). Il versamento dell'imposta potrà essere effettuato dal 1° dicembre e si affiancherà al pagamento dell'imposta tramite modello F24, già usato per l'acconto di giugno. Dopo l'approvazione del decreto, si attende la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale che conterrà i modelli di bollettino postale nella loro forma definitiva.
Cliccare qui per l'articolo sui nuovi bollettini postali.

2 novembre 2012 - La Commissione Bilancio della Camera ha approvato una modifica che farebbe slittare il termine di scadenza per la Dichiarazione Imu almeno al prossimo mese di febbraio 2013. L'emendamento è inserito nel decreto sui tagli ai costi regionali della politica, che lunedì 5 novembre dovrebbe arrivare all'esame del Parlamento.
Questo è l'articolo sulla proroga della scadenza.

31 ottobre 2012 - Il ministro dell'Economia e delle Finanze, Vittorio Grilli, ha firmato il decreto di approvazione del modello di Dichiarazione Imu, pubblicato sul sito dello stesso Ministero assieme alle apposite istruzioni. La Dichiarazione Imu è obbligatoria per i contribuenti che hanno ceduto o acquistato immobili o la titolarità di altri diritti reali su di essi a partire dal 1° gennaio 2012; le riduzioni d'imposta vanno denunciate se si acquista o se si perde il relativo diritto. Sono esonerati dall'obbligo di presentazione della dichiarazione i possessori di immobili adibiti ad abitazione principale (con le relative pertinenze) e coloro che hanno già presentato la dichiarazione Ici. La stessa dichiarazione non è necessaria qualora gli elementi rilevanti ai fini Imu siano acquisibili tramite la banca dati catastale, oppure quando gli enti sono già in possesso delle informazioni necessarie. L'esclusione si estende all'indicazione dei figli con meno di 26 anni di età, per i quali si può fruire della maggiorazione di 50 euro della detrazione prevista per la cosiddetta prima casa.
La dichiarazione Imu va presentata entro 90 giorni dalla data in cui è iniziato il possesso dell'immobile, o da quando si sono verificate variazioni immobiliari rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta municipale.
Clicca qui per il modello ufficiale di Dichiarazione Imu.
Clicca qui per le istruzioni ufficiali di Dichiarazione Imu.
Clicca qui per le istruzioni ufficiali nel formato html.
Clicca qui per il decreto di approvazione del modello.
Clicca qui per la pagina sommario con tutti i modelli.

10 ottobre 2012 - Il Consiglio dei Ministri ha prorogato la scadenza della dichiarazione Imu di 2 mesi. Pertanto, il termine slitta al prossimo 30 novembre, rispetto alla data iniziale fissata per il 30 settembre. La dichiarazione Imu va presentata nel caso in cui l'immobile ha subìto una variazione rispetto ai dati dichiarati con la vecchia Ici e nel caso in cui il contribuente sia entrato in possesso di un immobile durante l'anno 2012. L'obbligo della dichiarazione è scattato dal 1° gennaio ed è previsto dall'art. 13, comma 12-ter, del decreto legge 6 dicembre 2011, convertito dalla legge n. 214 del 22 dicembre 2011. In base allo schema di decreto ministeriale di approvazione del modello e delle istruzioni, il Dipartimento delle Finanze ha elaborato la bozza del modello di dichiarazione e delle istruzioni, invitando gli interessati a trasmettere entro il 19 ottobre 2012 contributi e osservazioni ritenuti utili alla sua elaborazione definitiva.

1° ottobre 2012 - Scade il termine per la presentazione delle domande per il riconoscimento della ruralità dei fabbricati già iscritti nel catasto urbano in categorie catastali diverse dalla A6 per le abitazioni e D10 per le costruzioni strumentali. Restano valide le domande presentate fino a tale data in base alle regole, ora abrogate, previste dal D.L. n. 70/2011.
Le nuove modalità di censimento dei fabbricati rurali.

30 settembre 2012 - Il rinvio al 31 ottobre del termine per adottare il bilancio di previsione da parte dei Comuni, introdotto con Decreto ministeriale del 2 agosto 2012, estende i suoi effetti anche all'approvazione delle aliquote e del regolamento Imu e priva di efficacia il termine speciale del 30 settembre, previsto dal comma 12-bis dell'articolo 13 del decreto legge 201/2011 convertito dalla legge 214/2011.

31 maggio 2012 - Il Ministero delle Finanze ha pubblicato le istruzioni sulle modalità di versamento dell'Imu da parte dei contribuenti che non risiedono in Italia.
Cliccare qui per consultare le istruzioni del Ministero.
Cliccare qui per i codici tributo degli immobili all'estero.

25 maggio 2012 - L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il nuovo Modello F24 Semplificato per agevolare i pagamenti Imu ed il Ministero delle Finanze ha diffuso un comunicato relativo al versamento Imu sull'abitazione principale, specificando i corretti codici tributo per la Rateazione. 18 maggio 2012 - Il Dipartimento delle Finanze del Mef (Ministero dell'economia e delle finanze) ha diramato l'attesa Circolare n. 3/DF che chiarisce l'art. 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, con il quale è stata anticipata di 2 anni l'IMU, cioè l'Imposta Municipale Propria sugli immobili, prevista dal decreto sul federalismo fiscale. Oltre alla Circolare, il Mef ha diffuso un documento esplicativo con cui si chiariscono le modalità di applicazione dell'imposta, grazie ad esempi pratici, casi, schemi, tabelle sintetiche. Nel documento si illustra anche come effettuare il calcolo dell'Imu e come procedere al pagamento tramite Modello F24. 29 aprile 2012 - Entrate in vigore le modifiche apportate all'art. 13 (sulla anticipazione sperimentale dell'imposta municipale propria) del decreto legge n. 201 del 2011, convertito dalla legge n. 214 del 22 dicembre 2011. Gli importanti emendamenti sono stati introdotti dal decreto legge 2 marzo 2012 n. 16 sulle semplificazioni fiscali, convertito dalla legge 26 aprile 2012 n. 44.
Cliccare qui per consultare il testo aggiornato del decreto legge 2 marzo 2012 n. 16 con tutte le modifiche introdotte dalla legge di conversione 26 aprile 2012, n. 44 (Gazzetta Ufficiale n. 99 del 28 aprile 2012, S.O. n. 85).
Cliccare qui per consultare il testo aggiornato dell'art. 13 del decreto legge n. 201 del 2011 che ha anticipato l'Imu, coordinato con gli emendamenti apportati dal decreto legge 2 marzo 2012 n. 16, poi convertito in legge.

12 aprile 2012 - L'Agenzia delle Entrate ha approvato i Modelli F24 e F24 Accise, adeguandoli al decreto legge n. 201/2011 che ha anticipato al 2012 l'introduzione dell'Imu, Imposta Municipale Unica sugli immobili. Nella stessa data, l'Agenzia ha diffuso un provvedimento che illustra le modalità di pagamento dell'imposta Imu ed ha diramato la Risoluzione 35/E con cui vengono istituiti i nuovi codici tributo per il pagamento tramite Modello F24.
Infine si segnala che, in data 5 aprile 2012, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha approvato il decreto con l'aggiornamento dei coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati del gruppo catastale D.
  1. Cliccare qui per scaricare i nuovi Modelli F24 e F24 Accise, con le modifiche Imu;
  2. Cliccare qui per leggere il provvedimento che illustra le modalità di versamento dell'Imu;
  3. Cliccare qui per leggere la Risoluzione 35/E del 2012 con cui sono stati istituiti i nuovi codici tributo.
  4. Cliccare qui per leggere il decreto con i coefficienti aggiornati per la determinazione del valore dei fabbricati del gruppo catastale D.

4 aprile 2012 - Approvato in Senato il decreto fiscale contenente importanti modifiche all' Imu. Il provvedimento dovrà essere vagliato anche dalla Camera, per la conversione in legge del decreto 2 marzo 2012, n. 16, in materia di semplificazione tributaria. Cliccare qui per leggere il testo completo del decreto fiscale, oppure qui.

3 aprile 2012 - Le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno approvato alcune modifiche all'Imu, che dovranno essere ratificate da Palazzo Madama.

1) L'acconto di giugno sarà pagato con le aliquote base, senza tener conto di quelle già approvate dai Comuni. Il conguaglio avverrà a dicembre. Quindi, l'aliquota per l'abitazione principale sarà del 4 per mille; quella per gli altri immobili sarà del 7,6 per mille.

2) Il governo avrà tempo fino al 10 dicembre per modificare le stesse aliquote, in base al gettito della prima rata.

3) Le case inabitabili, accatastate nella categoria F2, saranno esenti dall'Imu. Fra queste, le abitazioni colpite dal terremoto a l'Aquila.

4) Previsti l'esenzione Imu per i fabbricati rurali strumentali situati nei Comuni montani e sconti per gli immobili comunali, agricoli e storici.

5) Nessuno sconto per gli anziani nelle case di riposo: dovranno pagare l'Imu.

2 aprile 2012 - Si segnala un interessante articolo pubblicato da Il Sole 24Ore, che sintetizza le probabili modifiche alla attuale disciplina dell'Imu. Tali modifiche chiariscono alcuni elementi rimasti poco chiari e colmano lacune, come quella inerente alla tassazione degli immobili inagibili. Gli interventi sono ora all'esame delle commissioni Bilancio e Finanze del Senato, che poi voteranno le proposte dei relatori.
Cliccare qui per leggere l'articolo.

16 marzo 2012 - La Giunta di Roma ha deciso le nuove aliquote Imu, che dovranno essere ratificate dall'Assemblea capitolina. Per la prima casa, l'aliquota Imu 2012 sarà del 5 per mille. Per gli altri immobili, l'aliquota Imu 2012 sarà del 10,6 per mille. Cliccare qui per il calcolo aggiornato dell'Imu a Roma (qualora la pagina fosse già stata visitata, ricaricarla per visualizzare i contenuti aggiornati).

12 marzo 2012 - Con una nota, l'Agenzia del Territorio ricorda ai contribuenti che è stato prorogato al 30 giugno 2012 il termine per presentare la domanda per l'attribuzione del requisito di ruralità agli immobili facenti parte dell'azienda agricola. La richiesta può essere effettuata direttamente dal titolare dei diritti reali sui fabbricati, oppure da soggetti incaricati (professionisti abilitati alla redazione degli atti di aggiornamento di catasto terreni ed edilizio urbano), oppure dalle associazioni di categoria degli agricoltori.
Cliccare qui per leggere la scheda sui fabbricati rurali.
Cliccare qui per accedere al servizio online dedicato alla presentazione delle domande di variazione catastale.
Mappa degli uffici provinciali dell'Agenzia del Territorio.