TUTELA DELLA PRIVACY


norme adottate

Dossier.Net e i siti web ad esso collegati hanno carattere informativo e sono totalmente gratuiti. Come scritto nella prima pagina del sito principale, il circuito di Dossier.Net non si occupa di commercio elettronico, non vende beni o servizi, non offre consulenze a pagamento e non dispone di newsletter, non vi è alcun interesse economico a contattare gli utenti. Di conseguenza, l'utilizzo dei cookies (termine inglese che significa "biscottini") e la raccolta dei dati sono limitati al minimo indispensabile.

Attenzione: proseguendo la navigazione, o cliccando sul link "Accetto" situato a fondo pagina, si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Prima di esaminare nel dettaglio la funzione dei cookies e di chiarire gli aspetti tecnici della navigazione, si ritiene opportuno fare una premessa in relazione all'utilizzo di forum, blog, o guestbook presenti nel circuito di Dossier.Net ed alle eventuali email scritte dagli utenti.

Per tutelare la riservatezza dei dati, si chiede ai visitatori ed a coloro che inviano email ai gestori dei nostri siti web di rispettare le sottostanti regole.

  • Quando si invia una email, si prega di utilizzare indirizzi di posta elettronica anonimi che non evidenzino le generalità del mittente. Ad esempio, si consiglia di ricorrere ai servizi gratuiti offerti dalle grandi società del web, come Yahoo Mail, Gmail di Google, Hotmail di Microsoft, ecc., intestandoli a nomi fittizi. Nel contenuto delle missive non devono essere presenti elementi che possano ricondurre all'identità dello scrivente: non vanno specificati nome e cognome, luogo di residenza, interessi specifici.
  • Si vieta di pubblicare numeri telefonici; qualora essi venissero inseriti nei commenti o negli interventi di blog, forum, guestbook, ecc. sarebbero cancellati, così come verranno eliminati riferimenti circostanziati relativi a persone o a situazioni strettamente personali.
  • Se l'utente è minorenne, è bene che ogni sua azione sia controllata dai genitori o comunque da un adulto di sua fiducia, in modo da evitare ogni possibile leggerezza o imprudenza.
  • Qualora ci si registrasse a forum, blog o guestbook, devono essere immessi dati di fantasia, sia con riferimento alla persona, sia con riferimento ai luoghi, affinché ogni identificazione risulti praticamente impossibile.
  • Le interazioni fra gli utenti iscritti a blog, forum, guestbook non sono vietate, ma non possono essere controllate: le password di accesso vengono crittate automaticamente ed i gestori dei siti appartenenti al circuito di Dossier.Net non sono in grado di conoscerle, né di recuperarle in caso di smarrimento / dimenticanza.

L'utenza è invitata a rispettare con scrupolo le soprastanti disposizioni, sia per la propria sicurezza, sia perché Dossier.Net non intende raccogliere dati personali, il cui possesso impone obblighi giuridici e burocratici gravosi che i gestori non sono in grado di accollarsi per mancanza di tempo e di risorse.

Una precisazione importante: nel caso in cui su Dossier.Net o sui siti ad esso collegati siano presenti pagine che permettono di compilare moduli con inserimento di dati personali (ad esempio, la stampa in formato .pdf del Modello F24), si comunica che viene sempre utilizzata la tecnica della esecuzione "on the fly"; in sostanza, la generazione delle pagine avviene al volo, al momento, senza alcuna forma di archiviazione dei dati immessi. Sia per ragioni di privacy, sia per ragioni tecniche (il file che teoricamente verrebbe a crearsi sul server sarebbe mastodontico), non è implementata memoria cache, temporanea o permanente. In pratica, è come se l'utente scrivesse sul modulo fornito dal sito e lo compilasse all'istante, con dati che rimangono sul computer dell'utente e che non vengono memorizzati. Di conseguenza, in caso di errore, occorre riempire di nuovo il modulo in linea.

La vendita dei profili degli utenti a soggetti terzi come le società di marketing è molto lucrosa ma, fin dalla sua messa online nel dicembre 1997, Dossier.Net ha escluso di svolgere tale attività, in contrasto con la gratuità dell'offerta e con la natura puramente informativa dei contenuti proposti.

Che cosa sono i cookie

I cookie sono piccoli file che contengono dati in forma criptata (si tratta di stringhe di testo) che assolvono alla funzione di migliorare l'accesso ai siti web e la fruizione dei contenuti. Ad esempio, grazie ai cookie, un navigatore italiano che si collega ad un sito web scritto in più linguaggi potrà leggere i testi nella propria lingua e non in inglese o spagnolo; se ci si iscrive ad un blog per pubblicare commenti, è possibile non dover immettere ogni volta il "nome utente" o "nickname"; se si frequenta un forum, non sarà necessario digitare i dati di accesso ad ogni pagina visitata o a determinati intervalli di tempo (per motivi di sicurezza e tutela degli iscritti, forum, blog, guestbook impostano sessioni di durata determinata che richiedono conferme alla loro scadenza); se, ad esempio, si è appassionati di pesca e si visitano siti che se ne occupano, verranno mostrati banner pubblicitari inerenti agli interessi del navigatore. I cookie permettono ai webmaster, cioè a coloro che curano i siti web, di sapere quanti sono i visitatori giornalieri, quali sono le pagine più viste o quelle che vengono subito abbandonate; in tal modo, gli stessi webmaster possono migliorare i contenuti offerti oppure correggere errori di programmazione.
Cliccare qui per leggere la pagina di Wikipedia dedicata ai cookie.

I cookie vengono salvati "in locale", cioè sul computer o sul dispositivo portatile dell'utente. Per accettarli, è sufficiente continuare la navigazione. Ovviamente, trattandosi di file temporanei di varia durata, l'utente può cancellarli di volta in volta, oppure quando lo desidera; le modalità di cancellazione o di non accettazione sono abbastanza semplici ed alla portata di chiunque utilizzi un dispositivo idoneo a collegarsi a internet. Va comunque tenuto presente che il loro mancato utilizzo può comportare una ridotta funzionalità dei siti web (ad esempio, l'accesso ad un forum può divenire difficoltoso o impossibile).

È importante sottolineare che i cookie non sono elementi attivi e non possono svolgere autonomamente azioni, come accade con gli applicativi, cioè con i programmi che vengono scaricati dalla Rete. I cookie hanno una funzione passiva di archiviazione di dati. Questi ultimi vengono prelevati e poi utilizzati per compiti statistici o per personalizzare l'esperienza di navigazione.

Cookie e privacy: istruzioni per l'uso. Video esplicativo pubblicato dal garante della privacy.

Funzioni dei cookie

I cookie possono archiviare i seguenti dati:

  • indirizzo IP dell'utente (dall'inglese Internet Protocol address), cioè l'indirizzo numerico che viene assegnato necessariamente a chiunque si colleghi ad Internet;
  • pagine visitate e durata della navigazione all'interno del sito web;
  • sistema operativo e dispositivi utilizzati (ad esempio, Windows 8.1 o smartphone);
  • nome utente quando ci si collega a forum, blog, guestboog, o altri servizi che richiedono la digitazione di uno pseudonimo e di una password;
  • cronologia della navigazione, cioè le ultime pagine visitate in Rete.

I cookie NON potranno mai compiere determinate azioni:

  • è tecnicamente impossibile che un cookie memorizzi nome e cognome dell'utente;
  • un cookie non può generare altri file, come accade quando si scarica malware dalla Rete, né possono infettare computer o dispositivi mobili (smartphone e tablet);
  • la localizzazione dell'IP di un utente comune avviene con una approssimazione di circa 100 km e non condurrà mai a indirizzo e numero civico;
  • la localizzazione dell'IP è esatta soltanto qaundo chi si connette usa un (costoso) IP fisso, come nel caso di grandi società con una propria rete, di siti web, di istituti di ricerca, università, ecc.;
  • un cookie non potrà mai immagazzinare professioni svolte, appartenenza ad una religione, interessi specifici, hobbies ed ogni altro dato inerente alla persona in senso stretto.

Che cosa è un IP

Poiché in Rete chiunque può esprimersi e non sempre si hanno cognizioni tecniche sul funzionamento di Internet, si aggiungono alcune indicazioni riguardanti l'IP. Esso è l'indirizzo numerico che ogni dispositivo collegato deve avere per potersi connettere ad altri dispositivi, a siti web o alle banche-dati. Senza di esso la navigazione sarebbe impossibile. Con una metafora, l'IP può essere immaginato come la casa di una persona in una città popolata da miliardi di individui: se non si hanno le coordinate per dirigersi nel luogo desiderato, è impossibile raggiungerlo; come trovare un antiquario in una megalopoli se non si sa il suo indirizzo?

Gli IP si dividono in IP dinamici e IP statici.

Gli IP dinamici sono quelli più diffusi e vengono assegnati dalle compagnie telefoniche al navigatore comune ogni volta che egli si collega ad Internet, sia con linea analogica, sia con adsl e fibra ottica. Di conseguenza, l'individuazione della postazione avviene con una ampia approssimazione e fa riferimento alla centralina che smista il traffico (ovviamente, per favorire la comprensione del concetto, si evitano i termini tecnici). Per verificare il livello di approssimazione di un IP impresso in un cookie, basta effettuare una ricerca sul web con parole chiavi come "mostra il mio ip", oppure "localizza il mio ip", o "cerca il mio ip". Ad esempio, si scoprirà che collegandosi a internet da Rimini si verrà localizzati a Sant'Arcangelo di Romagna e, se si ripeterà l'operazione nei giorni seguenti, potrà accadere che si venga individuati a Lugo.

Il discorso cambia quando si tratta di IP statici. Il caso classico è quello dei siti web: se essi non si avvalessero di un IP fisso (che non è gratuito ma ha un costo), non sarebbero rintracciabili dai navigatori e quindi non potrebbero essere visitati. Altri casi possono essere rappresentati dalle università e dagli istituti di ricerca che hanno necessità di disporre di una "presenza" fissa, costante, per scambiare il flusso dei dati.

I vari tipi di cookie

Ai fini della privacy, i cookies possono essere distinti in due tipi: cookies tecnici e cookies di profilazione.

1. I cookie tecnici vengono impiegati per effettuare una comunicazione nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio per erogare la prestazione richiesta dall'utente (ad esempio, servono all'autenticazione per accedere ad un forum, a facilitare alcune procedure quando si fanno acquisti online, o quando un sito web riconosce in automatico la lingua utilizzata di solito). Quindi, essi svolgono una funzione indispensabile e sono installati automaticamente dal software impiegato dal webmaster. I cookie tecnici non assolvono ad altre funzioni ed il garante della privacy ne consente l'uso senza subordinarlo ad un consenso ovviamente sottinteso. In generale, i cookie tecnici sono considerati funzionali nel rendere più veloce e rapida la navigazione e la fruizione del web. Fra i cookie tecnici possono essere inclusi quelli installati dal servizio Google Analytics, di cui si avvale la stragrande maggioranza dei siti web. I dati memorizzati sono del tutto anonimi perché raccolti in forma aggregata e risultano utili ai gestori dei siti per conoscere il numero dei lettori e le modalità di fruizione dei contenuti. Il servizio Google Analytics è considerato come una "terza parte", poiché il suo funzionamento viene governato da Google e non dai curatori dei siti web.
A proposito dei cookie analytics, come scritto nel provvedimento emanato in data 8 maggio 2014, il garante della privacy «ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici».
La durata dei cookie tecnici è varia: essi possono essere persistenti, oppure scadere nel momento in cui si chiude il browser (termine inglese che significa "programma di navigazione").

2. I cookie di profilazione permettono di adattare la navigazione alle caratteristiche dell'utenza: ad esempio, consentono di mostrare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dei lettori, rilevando parte della cronologia di navigazione. Anche in quest'ultimo caso, il servizio più diffuso è fornito da Google, tramite il circuito Adsense. Per questo tipo di cookie, il garante della privacy richiede il consenso dell'utente, espresso cliccando su un pulsante o continuando la navigazione. La definizione dettata dall'Authority è la seguente: i cookie di profilazione «sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online».

Naturalmente, quando i cookie sono creati da "terze parti", il gestore del sito web non ne detiene il controllo e si limita ad usufruire dei dati estrapolati da soggetti esterni.

Come gestire i cookie

I cookies possono essere gestiti tramite il proprio programma di navigazione (il browser), oppure tramite siti riconosciuti a livello internazionale.

Gestione dei cookie con Chrome

1) Fare click sul menù nella barra degli strumenti del browser.
2) Selezionare "Impostazioni".
3) Cliccare su "Mostra impostazioni avanzate".
4) Nella sezione "Privacy", fare click su "Impostazioni contenuti" per gestire i coockie o cliccare su "Cancella dati di navigazione" per pulire completamente la memoria del programma.
5) Se si clicca su "Impostazioni contenuti", nella sezione "Cookie" è possibile scegliere le impostazioni preferite; fra queste, "Blocca cookie di terze parti e dati dei siti". Per visualizzare i cookie presenti, premere il pulsante "Tutti i cookie e i dati dei siti..."
6) Sempre nella sezione "Cookie", è consentito gestire le eccezioni cliccando sul relativo tasto.
7) Al termine di ogni operazione, cliccare sul tasto "Fine" (situato in basso) per rendere effettive le scelte fatte.

Gestione dei cookie con Mozilla Firefox

1) Fare clic sul pulsante delle impostazioni, presente nella barra degli strumenti del browser.
2) Selezionare "Opzioni".
3) Selezionare il pannello "Privacy".
4) Se presente, fare click su "Mostra Impostazioni Avanzate".
5) Nella sezione "Privacy", premere il tasto "Impostazioni contenuti".
6) Nella sezione "Tracciamento", scegliere l'opzione preferita fra quelle proposte.
7) Nella sezione "Cronologia", selezionare "Utilizza impostazioni personalizzate".
8) A questo punto, valutare le opzioni presenti e mettere la spunta su quelle preferite.
9) Per cancellare la cronologia di navigazione, spuntare la casella "Cancella la cronologia alla chiusura di Firefox".

Gestione dei cookie con Internet Explorer 9 o 10 o 11

1) Cliccare sul menù "Strumenti" e poi selezionare "Opzioni Internet".
2) Fare click sulla scheda "Privacy".
3) Nella sezione "Impostazioni", spostare il cursore in alto per bloccare tutti i cookie, oppure verso il basso per accettare i cookie.
4) Premere il pulsante "Siti e nella casella "Indirizzo sito Web" digitare l'indirizzo dei siti web da cui si vogliono rifiutare o accettare i cookie (rispettivamente, i tasti sono "Blocca" e "Consenti").
5) Per chiudere la finestra e rendere effettive le impostazione, premere il pulsante "OK".

Gestione dei cookie con Safari 6

1) Selezionare la voce "Preferenze".
2) Fare click su "Privacy".
3) Nella sezione "Blocca cookie", specificare se e quando Safari deve accettare i cookie dei siti web.
4) Per visualizzare una spiegazione delle opzioni, fare click sul pulsante di aiuto, rappresentato da un punto interrogativo.
5) Se si desidera conoscere quali sono i siti web che hanno memorizzato cookie sul computer, fare click su "Dettagli".
6) Se si imposta il blocco dei cookie, potrebbe essere necessario accettare momentaneamente i cookie per accedere a una pagina e ripetere la procedura selezionando "Mai"; completata la navigazione, bloccare di nuovo i cookie e rimuovere quelli relativi alla pagina aperta poco prima.

Gestione dei cookie con Safari su dispositivi mobili

1) Fare tap (cioè toccare con un dito) su "Impostazioni" e poi su "Safari".
2) Fare tap su "Blocca Cookie" e scegliere tra le varie opzioni: "Mai", "Di terze parti e inserzionisti", o "Sempre".
3) Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, toccare prima "Impostazioni", poi "Safari" e infine "Cancella Cookie e dati".

Gestione dei cookie con Opera

1) Fare click su "Preferenze".
2) Fare click su "Avanzate" e poi su "Cookie".
3) Selezionare una delle seguenti opzioni: "Accetta tutti i cookie", "Accetta i cookie solo dal sito che si visita", "Non accettare mai i cookie".

Attenzione: poiché i browser vengono aggiornati di frequente, si indicano qui sotto le pagine con tutte le informazioni utili a gestire o a rimuovere i cookie.

Chrome, informazioni sulla disabilitazione dei cookie: cliccare qui.
Mozilla Firefox, informazioni sulla disabilitazione dei cookie: cliccare qui.
Internet Explorer, informazioni sulla disabilitazione dei cookie: cliccare qui.
Safari 8 (Yosemite), informazioni sulla disabilitazione dei cookie: cliccare qui.
Safari su iPhone, iPad, iPod, informazioni sulla disabilitazione dei cookie: cliccare qui.
Opera, informazioni sulla disabilitazione dei cookie: cliccare qui.


Gestire o non accettare i cookie tramite determinati siti.

In Rete sono presenti alcuni siti riconosciuti a livello internazionale e consigliati per garantire la completa tutela della privacy degli utenti. Qui sotto, si elencano i più noti ed efficienti.

Prima pagina di Your Online Choices (in italiano): cliccare qui.
Pagina di Your Online Choices sui cookie (in italiano): cliccare qui.
Digital Advertising Alliance Consumer Choice Page: cliccare qui.


Per conoscere le norme su cookie e privacy e i provvedimenti del garante, si aggiungono due link ufficiali:

Garante per la protezione dei dati personali: cliccare qui.

Cookie e privacy, istruzioni per l'uso: cliccare qui.


Attenzione: esiste una ulteriore possibilità per impedire l'utilizzo dei cookie e l'accesso alla cronologia dei siti esplorati. Si tratta della navigazione in incognito, prevista da tutti i più recenti browser. Di solito, basta fare click sul menù degli strumenti e selezionare questa opzione. Come spiegato sul sito di Chrome, il browser attualmente più diffuso, «Le pagine visualizzate nelle schede in incognito non vengono memorizzate nella cronologia del browser, nell'archivio dei cookie o nella cronologia delle ricerche dopo avere chiuso tutte le schede in incognito. I file scaricati o i Preferiti creati verranno conservati.» Si avverte, però, che la navigazione in incognito può comportare problemi o impedire l'uso di alcuni o di tutti i servizi offerti dai siti web.