Il Forum dei Contribuenti

Fisco => Imposta Municipale immobili => Topic aperto da: ALBERTO - 17 Luglio 2002, ore 18:22:43

Titolo: CONIUGE SUPERSTITE
Inserito da: ALBERTO - 17 Luglio 2002, ore 18:22:43
IL CONIUGE SUPERSTITE HA SEMPRE IL DIRITTO REALE D'USO ?

SE E' RIMASTO VEDOVO PRIMA DEL 1975, VALE QUANTO INDICATO SULL'ART. 540 CC MODIFICATO NEL 1975 O HA SOLO L'USUFRUTTO DI UN TERZO? (DECESSO SENZA TESTAMENTO)

GRAZIE                                                                                                                                            
Titolo: CONIUGE SUPERSTITE
Inserito da: Alex (redazione D.N.) - 18 Luglio 2002, ore 14:19:35
Citazione
IL CONIUGE SUPERSTITE HA SEMPRE IL DIRITTO REALE D'USO ?

SE E' RIMASTO VEDOVO PRIMA DEL 1975, VALE QUANTO INDICATO SULL'ART. 540 CC MODIFICATO NEL 1975 O HA SOLO L'USUFRUTTO DI UN TERZO? (DECESSO SENZA TESTAMENTO)

GRAZIE
                                                                                                                                           La previsione di cui al primo periodo del secondo comma dell'art. 540 del codice civile, che riserva al coniuge superstite il diritto di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare, รจ entrata in vigore il 20 settembre 1975 a seguito della riforma del diritto di famiglia (legge 19 maggio 1975, n. 151).
Precedentemente, a favore del coniuge era riservato l'usufrutto di 2/3 del patrimonio dell'altro coniuge, salvo quanto disposto dagli artt. 542, 543, 544 e 546 per i casi di concorso.
Alex (redazione Dossier.Net)