Matitina

Braciole di Agnello all'Uso di Pasqua

Carni
Ingrediente principale: Agnello
Dosi per: 6 persone
ingredienti
800 gr lombata d'agnello tagliata a fettine
120 gr prosciutto
8 carciofi
1 cipolla tritata
2 spicchi aglio tritato
sale
pepe di mulinello
2 ciuffi rosmarino tritato
1/2 bicchiere olio d'oliva
1 bicchiere vino bianco secco
1 bicchiere passato di pomodoro
1 limone
preparazione
Dalla lombata d'agnello ritagliate tante fettine, battetele e conditele con sale e pepe. A parte, togliete ai carciofi le foglie esterne, più dure, tagliate parte delle punte, rifinite con un coltellino il fondo, tagliate i gambi e conservatene il solo cuore; infine, riduceteli in tanti spicchi, che metterete a bagno in acqua acidulata dal succo del limone. Adesso, tritate finemente gli odori: cipolla, rosmarino e aglio, poi uniteli al prosciutto, anch'esso tritato, e fateli rosolare in un tegame, assieme all'olio. Appena il trito avrà preso il rossiccio, ponetevi le braciole d'agnello, regolate di sale e pepe, abbassate la fiamma e fate insaporire; non dimenticate di versare il vino, almeno ogni volta che rigirate le braciole. Questo, evaporerà in un quarto d'ora di cottura; e allora versatevi il passato di pomodoro e lasciate bollire per altri dieci minuti. Finalmente, toccherà agli spicchi di carciofi (sgocciolati con cura), da unire alle braciole quasi al termine della cottura; regolate ancora di sale e pepe, rigirate il tutto con un cucchiaio di legno e abbandonate la casseruola incoperchiata, per una ventina di minuti almeno. Portate in tavola le braciole fumanti, affiancate dai carciofi.