Calcolo bioritmi online

Istruzioni per il calcolo dei Bioritmi
1. Selezionare giorno, mese ed anno di nascita.
2. Selezionare la data di riferimento per il calcolo.
3. Cliccare sul pulsante giallo "calcola i bioritmi".
4. I grafici saranno mostrati in forma dinamica.
La linea rossa mostra il bioritmo fisico.
La linea verde mostra il bioritmo emozionale.
La linea blu indica il bioritmo intellettuale.
La linea magenta indica il bioritmo dell'intuito.
In alto a destra è visibile il numero dei giorni di vita. Facendo click sul numero dei singoli giorni del periodo scelto, verrà mostrato in basso a destra il livello percentuale quotidiano di ogni ciclo. Cliccando sulle frecce rosse verso sinistra e verso destra, si ottiene il grafico del mese precedente o di quello successivo.

Calcola i tuoi bioritmi

    Data di nascita
    Data di riferimento
    Mese di riferimento Giorni    
 
Linea del Bioritmo
«     mese precedente mese successivo     »
Ciclo Fisico Bioritmo del ciclo fisico
Ciclo Emozionale Bioritmo del ciclo emozionale
Ciclo Intellettuale Bioritmo del ciclo intellettuale
Ciclo dell'intuito Bioritmo del ciclo dell'intuito
    Rapporto sui singoli Bioritmi: le percentuali indicano la condizione in ogni giorno.
 
 
 
 
 
  Bioritmo del ciclo fisico     Bioritmo del ciclo emozionale     Bioritmo del ciclo intellettuale     Bioritmo del ciclo dell'intuito    
    Le soprastanti percentuali si ottengono cliccando sul numero dei giorni del periodo.

Informazioni sintetiche sulla teoria dei bioritmi e sulla interpretazione dei grafici

  Il bioritmo del ciclo Fisico è posto in relazione con il movimento del Sole. Esso indica la forza, la vitalità e l'energia fisica dell'individuo. Questo ciclo ha una durata di 23 giorni.
  Il bioritmo del ciclo Emozionale è posto in relazione con la Luna. Esso esprime lo stato d'animo e in generale la condizione emotiva. Questo ciclo ha una durata di 28 giorni.
  Il bioritmo del ciclo Intellettuale è posto in relazione con Mercurio. Esso rappresenta la condizione intellettuale ed incide sulla capacità di comunicazione. Questo ciclo ha una durata di 33 giorni.
  Il bioritmo del ciclo dell'Intuito è aggiuntivo rispetto agli altri tre. Esso è stato scoperto successivamente. Non può essere considerato come un bioritmo primario; tuttavia, può fornire indicazioni sui momenti migliori per fidarsi del proprio "sesto senso". Il ciclo dell'Intuito traccia la sensibilità individuale nelle percezioni inconsce ed istintive. Quando la linea e' vicina al top significa che l'intuitività è marcata. Viceversa, quando la curva tocca il fondo, la persona può manifestare maggiori dificoltà nel cogliere al volo le situazioni ed è preferibile un approccio più analitico nelle scelte. Questo ciclo ha una durata di 38 giorni.

Il bioritmo è una sorta di orologio interno che scandisce aspetti e tendenze della vita di una persona e viene rappresentato con semplici curve sinusoidali. I bioritmi principali attengono al ciclo Fisico, al ciclo Intellettuale ed a quello Emozionale. In questa calcolatrice è stato aggiunto il ciclo che regola l'intuito, la predisposizione all'empatia, all'ispirazione di un soggetto. La teoria dei Bioritmi ebbe origine alla fine dell'Ottocento da una intuizione di Herman Swoboda, un docente di psicologia all'Università di Vienna. In seguito, venne sviluppata da un altro medico, W. Fliess (corrispondente epistolare con Freud), e da un ingegnere, Teltscher, che individuò il ciclo intellettivo della durata di 33 giorni.

Fasi positive e fasi negative.

Nei giorni in cui la situzione fisica è in uno stato positivo, si hanno più energia e resistenza e le condizioni di salute tendono ad essere migliori. Le pulsioni toccano il loro picco e proprio per questo si potrebbe essere più inclini ad assumere comportamenti poco ponderati.
Nei giorni di positività del ciclo emozionale, di solito si è di buon umore e si è maggiormente predisposti ad andare d'accordo con gli altri. Va comunque considerato anche l'aspetto negativo: l'individuo potrebbe rivelarsi eccessivamente emotivo, impulsivo, incline ad esagerazioni.
Nei giorni positivi del ciclo intellettuali, si è più abili nel trovare la soluzione ai problemi, nel concepire buone idee; la memoria è più reattiva. la persona è più incline ad ampliare le proprie prospettive e, qualora si fosse impossibilitati a realizzare un porgetto, ci si potrebbe sentire annoiati.

Le fasi negative si concretizzano quando un bioritmo scende sotto lo zero. Non si tratta necessariamente dei periodi peggiori, poiché li si può considerare come una fase di ricarica.
Dal punto di vista fisico, i giorni negativi inducono un bisogno di maggiore riposo e le difese immunitarie non sono al massimo della loro efficienza. Le pulsioni mostrano segni di fiacchezza, si può avere inappetenza e gli sforzi possono risultare eccessivi.
Nei giorni negativi del ciclo emotivo si può affacciare la tendenza a ritrarsi, a scansare doveri o a ritrarsi, preferendo restare da soli piuttosto che in compagnia degli altri. Alcuni soggetti sperimentano stati di depressione, soprattutto quando i loro cicli raggiungono il punto più basso.
Nei giorni negativi del bioritmo intellettuale si potrebbero riscontrare difficoltà nel prendere decisioni, nella capacità di concentrazione; la comunicazione interpersonale diventa più difficile, anche se va ripetuta la potenzialità di ricarica di energie dei giorni in cui il bioritmo è negativo; un periodo di riposo e di rilassatezza contribuisce sempre ad un sano equilibrio vegetativo.

Giorni critici.

I giorni critici sono quelli durante i quali un ciclo passa dalla fase positiva a quella negativa (e viceversa), attraversando il punto zero; la linea di demarcazione, di colore grigio, è visibile al centro del soprastante diagramma. Sebbenne l'aggettivo "critico" abbia un valore relativo, in generale si considerano giorni critici quelli successivi alla conclusione della fase alta di un ciclo, così come l'ultimo giorno della fase bassa della curva sinusoidale. Si tratta di fasi di cambiamento, durante le quali l'organismo vive una condizione di flusso. Ciò significa che è opportuno evitare di agire in modo impulsivo, azzardato, e che occorre prestare attenzione agli impulsi inviati dall'aspetto vitale considerato (fisico, emozionale, intellettuale, intuitivo). I giorni che precedono e che seguono i giorni critici sono definiti semicritici.

Un'altra situazione si verifica quando si osservano giorni critici doppi o tripli, cioè quelli in cui si intersecano due o tre cicli bioritmici. Il primo momento critico triplo è quello della nascita, cioè l'inizio della prima era bioritmica. Secondo gli studiosi della teoria dei Bioritmi, un'era è composta da 924 cicli fisici, 759 cicli emozionali e da 644 cicli intellettuali, con un totale di 4.326 giorni critici. La seconda era bioritmica comincia a poco più di 58 anni, al raggiungimento del giorno di vita numero 21.253.

Ricerca statistica.

Alcune ricerche statistiche sugli ultra cinquantenni sembrano dimostrare che durante questi giorni "critici", specialmente quelli fisico ed emozionale, si è più predisposti agli incidenti, si manca di coordinazione, di giudizio e di prontezza. Durante un giorno critico dal punto di vista emozionale, le persone sono più suscettibili a commettere errori quando parlano, sono più indotte a pronunciare espressioni irresponsabili, a litigare oppure ad ingaggiare dispute. Da un punto di vista intellettuale, il giorno critico potrebbe essere causa di vuoti di memoria o di errori.