modulisticadetrazioni Irpef lavoro dipendentedetrazioni Irpef redditi di pensionedetrazioni Irpef per figli a carico
normativadetrazioni Irpef coniuge a caricodetrazioni Irpef altri familiari a caricocalcolo online dell'imposta Irpef
news redditiguida pratica grammatica italianacalcolo dei percorsi su Google Mapscalcolo online rateazione Irpef
Se ti piace questa pagina, clicca sui seguenti pulsanti               Google +   

Detrazioni Irpef per redditi di pensione

Calcolo Irpef online con rate di acconto e saldo
Calcolo rate Irpef online con tutte le rateazioni
Detrazioni Irpef per coniuge a carico
Detrazioni Irpef per figli a carico
Detrazioni Irpef per altri familiari a carico
Detrazioni Irpef per redditi di lavoro dipendente
Detrazioni Irpef per redditi di pensione
I modelli per la dichiarazione dei redditi
Le norme in materia di dichiarazione dei redditi
Le ultime notizie sulla dichiarazione dei redditi
Norme su famiglia, separazione e divorzio

›› DETRAZIONE IRPEF 2016 PER REDDITI DI PENSIONE

  Calcolo online detrazioni pensionati

Ammontare del reddito complessivo ai fini Irpef
Deduzione per abitazione principale e relative pertinenze
Pensione:     età inferiore a 75 anni       età superiore a 75 anni   giorni
 
Detrazione spettante per redditi di pensione, con arrotondamento
Detrazione spettante per redditi di pensione, senza arrotondamento
Reddito al netto della deduzione per abitazione principale e sue pertinenze
Detrazione base su cui è stato effettuato il calcolo per la detrazione
Quoziente di riduzione risultante dal calcolo per la detrazione
» Il reddito complessivo ai fini Irpef include i redditi fondiari da locazioni, compresi quelli assoggettati a cedolare secca.
» Il massimo dei giorni ammesso è 365 poiché l'anno va assunto come composto di 365 giorni pure quando è bisestile.
» Gli importi sono automaticamente arrotondati all'unità di euro o nella frazione decimale in base alla normativa vigente.
La Legge di Stabilità 2016 ha elevato le detrazioni per redditi da pensione; gli aumenti sono in vigore dal 1° gennaio 2016 e quindi verranno applicati alle dichiarazioni dei redditi da presentare nel 2017. Tuttavia, l'Inps (anche ex Inpdap) ha adeguato le trattenute già dal mese di aprile 2016, come reso noto con il Messaggio n° 1267 del 21 marzo 2016; infatti, l'istituto previdenziale svolge funzioni di sostituto d'imposta, cioè incassa ogni mese in anticipo le somme dovute al Fisco. Pertanto, i pensionati con i vitalizi più bassi possono già godere dell'ampliamento della cosiddetta 'no tax area' che è la fascia di reddito esente dal pagamento dell'Irpef. La 'no tax area' è passata da 7.500 euro a 7.750 euro per chi ha meno di 75 anni e da 7.750 euro a 8.000 euro per chi è più anziano.

La Legge di Stabilità 2016 ha modificato l'articolo 13 del TUIR (il Testo Unico delle Imposte sui Redditi), introducendo nuovi parametri per il calcolo delle detrazioni fiscali riguardanti i redditi da pensione o da assegni equiparati alla pensione, determinate in riferimento al reddito complessivo del contribuente e rapportate al periodo di pensione nell'anno.

Va precisato che la detrazione per redditi da pensione attiene alle pensioni erogate dall'Inps e che non sono tassabili tutti i trattamenti assistenziali e di natura risarcitoria, come le pensioni sociali, gli assegni sociali, le pensioni di guerra, le prestazioni erogate agli invalidi civili, le pensioni privilegiate ordinarie tabellari concesse a seguito di menomazione riportata durante il servizio militare di leva. Alle pensioni complementari, invece, viene applicata la detrazione per lavoro dipendente, come sottolineato dallo stesso Messaggio 1267/2016: sull'ammontare pensionistico complessivo del soggetto, la detrazione per lavoro dipendente attribuita su una delle pensioni sostituisce la detrazione per pensione.

Attenzione: poiché i modelli 730 o Unico PF riguardano l'anno d'imposta precedente, la dichiarazione dei redditi da presentare nel 2016 dovrà tenere conto delle detrazioni pensionistiche in vigore nel 2015.

Cliccare qui per visualizzare la calcolatrice e gli esempi validi per la dichiarazione dei redditi 2017.
Le detrazioni per i redditi di pensione sono state suddivise in due categorie, a seconda che i titolari abbiano più o meno di 75 anni di età.


CONTRIBUENTE CHE AL 31 DICEMBRE DELL'ANNO D'IMPOSTA NON HA COMPIUTO 75 ANNI


Per determinare la detrazione spettante, individuare la propria fascia di reddito operando come segue.

A) Reddito complessivo fino a 7.500 euro
Se il reddito non è superiore a 7.500 euro, la detrazione spetta nella misura di 1.725 euro da rapportare al numero di giorni di pensione. L'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può comunque essere inferiore ad 690 euro.

Il calcolo della detrazione effettivamente spettante va così effettuato:

Detrazione = 1.725 x Numero Giorni Pensione / 365

Se l'importo è inferiore a 690, riportare 690 euro.

B) Reddito complessivo superiore a 7.500 euro e fino a 15.000 euro
Per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante, calcolare:

1) Quoziente = (15.000 - Reddito Netto) / 7.500

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = [1.255 + (470 x Quoziente)] x Numero Giorni Pensione / 365

C) Reddito complessivo superiore a 15.000 euro e fino a 55.000 euro
Per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante, calcolare:

1) Quoziente = (55.000 - Reddito Netto) / 40.000

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = 1.255 x Quoziente x Numero Giorni Pensione / 365

D) Reddito complessivo superiore a 55.000 euro
La detrazione per redditi di pensione è pari a zero.


DETRAZIONE PER I REDDITI DI PENSIONE
La detrazione è rapportata al periodo di pensione nell'anno e non è cumulabile con quella prevista per i redditi di lavoro dipendente se riferito allo stesso periodo.

SOGGETTI DI ETÀ INFERIORE A 75 ANNI
Reddito complessivo (1) importo detrazione (2)
non superiore a 7.500 euro 1.725  (3)
compreso tra 7.501 euro e 15.000 euro 1.255 + [(470 x (15.000 - reddito complessivo)) / 7.500]
compreso tra 15.001 euro e 55.000 euro 1.255 x [(55.000 - reddito complessivo) / 40.000]
oltre 55.000 euro 0
(1) Il reddito complessivo va considerato al netto della deduzione per l'abitazione principale e per le relative pertinenze; inoltre, esso comprende anche i redditi da locazione immobiliare assoggettati a cedolare secca.

(2) Se il risultato dei rapporti è maggiore di 0 e minore di 1, lo stesso risultato va considerato con le prime 4 cifre decimali.

(3) Per le pensioni inferiori a 7.500 euro, l'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere minore di 690 euro.


CONTRIBUENTE CHE AL 31 DICEMBRE DELL'ANNO DI IMPOSTA HA COMPIUTO 75 ANNI


A) Reddito complessivo fino a 7.750 euro
Se il reddito complessivo non è superiore a 7.750 euro, la detrazione spetta nella misura di 1.783 euro da rapportare al numero dei giorni di pensione. L'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può comunque essere inferiore ad 713 euro.

La formula per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante è la seguente:

Detrazione = 1.783 x Numero Giorni Pensione / 365

Se l'importo è inferiore a 713, riportare 713 euro.

B) Reddito complessivo superiore a 7.750 euro e fino a 15.000 euro
Calcolare il Quoziente:

1) Quoziente = (15.000 - Reddito complessivo) / 7.250

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = [1.297 + (486 x Quoziente)] x Numero Giorni Pensione / 365

C) Reddito complessivo superiore a 15.000 euro e fino a 55.000 euro
Calcolare il Quoziente:

1) Quoziente = (55.000 - Reddito complessivo) / 40.000

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = 1.297 x Quoziente x Numero Giorni Pensione / 365

D) Reddito complessivo superiore a 55.000 euro
La detrazione per redditi da pensione è pari a zero.


DETRAZIONE PER I REDDITI DI PENSIONE

SOGGETTI DI ETÀ PARI O SUPERIORE A 75 ANNI
Reddito complessivo (1) importo detrazione (2)
non superiore a 7.750 euro 1.783  (3)
compreso tra 7.751 euro e 15.000 euro 1.297 + [(486 x (15.000 - reddito complessivo)) / 7.250]
compreso tra 15.001 euro e 55.000 euro 1.297 x [(55.000 - reddito complessivo) / 40.000]
oltre 55.000 euro 0
(1) Il reddito complessivo va considerato al netto della deduzione per l'abitazione principale e per le relative pertinenze; inoltre, esso comprende anche i redditi da locazione immobiliare assoggettati a cedolare secca.

(2) Se il risultato dei rapporti è maggiore di 0 e minore di 1, lo stesso risultato va considerato con le prime 4 cifre decimali.

(3) Per le pensioni inferiori a 7.750 euro, l'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere minore di 713 euro.


Esempi sul calcolo della detrazione per i redditi di pensione

1 Pensionato di 75 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 14.000 euro
La detrazione effettiva è pari a 1.364,00 euro (con arrotondamento all'unità di euro) e si ottiene sommando a 1.297 euro (ammontare fisso) l'importo (67,01 euro) derivante dal seguente calcolo:
486 x [(15.000 - 14.000) / 7.250] = 486 x 0,1379 = 67,02 (con arrotondamento).


2 Pensionato di 80 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 18.000 euro
La detrazione effettiva è quella che risulta dal seguente calcolo:
1.297 x [(55.000 - 18.000) / 40.000] = 1.297 x 0,9250 = 1.199,73 (che diventa di 1.200 euro con l'arrotondamnto all'unità di euro).


3 Pensionato di 70 anni, con periodo di pensione nell'anno pari a 200 giorni e un reddito complessivo di 7.000 euro
La detrazione effettiva è quella che risulta rapportando la detrazione complessiva prevista per i possessori di un reddito netto fino a 7.500 euro (1.725) al periodo di pensione nell'anno (200):
1.725 : 365 x 200 = 945,21 (con arrotondamento dei decimali).
Se il periodo di pensione fosse stato di 120 giorni, la detrazione sarebbe:
1.725 : 365 x 120 = 567,12 (con arrotondamento dei decimali).
Poiché tale ultimo importo (567,12 euro) è inferiore alla detrazione minima di 690 euro, al contribuente spetterebbe comunque quest'ultima agevolazione (690 euro).


4 Pensionato di 74 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 13.000 euro
La detrazione effettiva si ottiene sommando a 1.255 euro (ammontare fisso) l'importo di 125,30 euro derivante dal seguente calcolo:
470 x [(15.000 - 13.000) / 7.500] = 470 x 0,26666 = 125,30 (con arrotondamento dei decimali).
L'importo spettante sarà dunque di 1.380,30 (1.255 + 125,30) che diventa di 1.380 euro con l'arrotondamento all'unità di euro.


5 Pensionato di 69 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 40.000 euro
La detrazione effettiva è di 471 euro (con arrotondamento all'unità di euro), risultante dal seguente calcolo:
1.255 x [(55.000 - 40.000) / 40.000] = 1.255 x 0,3750 = 470,63 (con arrotondamento dei decimali).


Attenzione
Le detrazioni spettanti nella misura di 690 euro per i pensionati di età inferiore a 75 anni e di 713 euro per i pensionati di età uguale o superiore a 75 anni non devono essere rapportate al periodo di pensione e non sono cumulabili tra loro.
Calcolatrice ed esempi validi per la dichiarazione dei redditi da presentare nel 2017

  Calcolo online detrazioni pensionati con regole in vigore dal 1° gennaio 2016

Ammontare del reddito complessivo ai fini Irpef
Deduzione per abitazione principale e relative pertinenze
Pensione:     età inferiore a 75 anni       età superiore a 75 anni   giorni
 
Detrazione spettante per redditi di pensione, con arrotondamento
Detrazione spettante per redditi di pensione, senza arrotondamento
Reddito al netto della deduzione per abitazione principale e sue pertinenze
Detrazione base su cui è stato effettuato il calcolo per la detrazione
Quoziente di riduzione risultante dal calcolo per la detrazione
» Il reddito complessivo ai fini Irpef include i redditi fondiari da locazioni, compresi quelli assoggettati a cedolare secca.
» Il massimo dei giorni ammesso è 365 poiché l'anno va assunto come composto di 365 giorni pure quando è bisestile.
» Gli importi sono automaticamente arrotondati all'unità di euro o nella frazione decimale in base alla normativa vigente.



CONTRIBUENTE CHE AL 31 DICEMBRE DELL'ANNO D'IMPOSTA NON HA COMPIUTO 75 ANNI


Per determinare la detrazione spettante, individuare la propria fascia di reddito operando come segue.

A) Reddito complessivo fino a 7.750 euro
Se il reddito non è superiore a 7.750 euro, la detrazione spetta nella misura di 1.783 euro da rapportare al numero di giorni di pensione. L'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può comunque essere inferiore ad 690 euro.

Il calcolo della detrazione effettivamente spettante va così effettuato:

Detrazione = 1.783 x Numero Giorni Pensione / 365

Se l'importo è inferiore a 690, riportare 690 euro.

B) Reddito complessivo superiore a 7.750 euro e fino a 15.000 euro
Per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante, calcolare:

1) Quoziente = (15.000 - Reddito Netto) / 7.250

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = [1.255 + (528 x Quoziente)] x Numero Giorni Pensione / 365

C) Reddito complessivo superiore a 15.000 euro e fino a 55.000 euro
Per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante, calcolare:

1) Quoziente = (55.000 - Reddito Netto) / 40.000

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = 1.255 x Quoziente x Numero Giorni Pensione / 365

D) Reddito complessivo superiore a 55.000 euro
La detrazione per redditi di pensione è pari a zero.


DETRAZIONE PER I REDDITI DI PENSIONE
La detrazione è rapportata al periodo di pensione nell'anno e non è cumulabile con quella prevista per i redditi di lavoro dipendente se riferito allo stesso periodo.

SOGGETTI DI ETÀ INFERIORE A 75 ANNI
Reddito complessivo (1) importo detrazione (2)
non superiore a 7.750 euro 1.783  (3)
compreso tra 7.751 euro e 15.000 euro 1.255 + [(528 x (15.000 - reddito complessivo)) / 7.250]
compreso tra 15.001 euro e 55.000 euro 1.255 x [(55.000 - reddito complessivo) / 40.000]
oltre 55.000 euro 0
(1) Il reddito complessivo va considerato al netto della deduzione per l'abitazione principale e per le relative pertinenze; inoltre, esso comprende anche i redditi da locazione immobiliare assoggettati a cedolare secca.

(2) Se il risultato dei rapporti è maggiore di 0 e minore di 1, lo stesso risultato va considerato con le prime 4 cifre decimali.

(3) Per le pensioni inferiori a 7.750 euro, l'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere minore di 690 euro.


CONTRIBUENTE CHE AL 31 DICEMBRE DELL'ANNO DI IMPOSTA HA COMPIUTO 75 ANNI


A) Reddito complessivo fino a 8.000 euro
Se il reddito complessivo non è superiore a 8.000 euro, la detrazione spetta nella misura di 1.880 euro da rapportare al numero di giorni di pensione. L'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può comunque essere inferiore ad 713 euro.

La formula per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante è la seguente:

Detrazione = 1.880 x Numero Giorni Pensione / 365

Se l'importo è inferiore a 713, riportare 713 euro.

B) Reddito complessivo superiore a 8.000 euro e fino a 15.000 euro
Calcolare il Quoziente:

1) Quoziente = (15.000 - Reddito complessivo) / 7.000

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = [1.297 + (583 x Quoziente)] x Numero Giorni Pensione / 365

C) Reddito complessivo superiore a 15.000 euro e fino a 55.000 euro
Calcolare il Quoziente:

1) Quoziente = (55.000 - Reddito complessivo) / 40.000

Se il Quoziente è superiore a zero e minore di uno, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali arrotondate con il sistema del troncamento.

2) Detrazione spettante = 1.297 x Quoziente x Numero Giorni Pensione / 365

D) Reddito complessivo superiore a 55.000 euro
La detrazione per redditi da pensione è pari a zero.


DETRAZIONE PER I REDDITI DI PENSIONE

SOGGETTI DI ETÀ PARI O SUPERIORE A 75 ANNI
Reddito complessivo (1) importo detrazione (2)
non superiore a 8.000 euro 1.880  (3)
compreso tra 8.001 euro e 15.000 euro 1.297 + [(583 x (15.000 - reddito complessivo)) / 7.000]
compreso tra 15.001 euro e 55.000 euro 1.297 x [(55.000 - reddito complessivo) / 40.000]
oltre 55.000 euro 0
(1) Il reddito complessivo va considerato al netto della deduzione per l'abitazione principale e per le relative pertinenze; inoltre, esso comprende anche i redditi da locazione immobiliare assoggettati a cedolare secca.

(2) Se il risultato dei rapporti è maggiore di 0 e minore di 1, lo stesso risultato va considerato con le prime 4 cifre decimali.

(3) Per le pensioni inferiori a 8.000 euro, l'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere minore di 713 euro.


Esempi di calcolo della detrazione per i redditi di pensione

1 Pensionato di 75 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 14.000 euro
La detrazione effettiva è pari a 1.380,00 euro (con arrotondamento all'unità di euro) e si ottiene sommando a 1.297 euro (ammontare fisso) l'importo (83,25 euro) derivante dal seguente calcolo:
583 x [(15.000 - 14.000) / 7.000] = 583 x 0,1428 = 83,25 (con arrotondamento).


2 Pensionato di 80 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 18.000 euro
La detrazione effettiva è pari a 1.200,00 euro (con arrotondamento all'unità di euro), risultante dal seguente calcolo:
1.297 x [(55.000 - 18.000) / 40.000] = 1.297 x 0,9250 = 1.199,73 (con arrotondamento).


3 Pensionato di 70 anni, con periodo di pensione nell'anno pari a 200 giorni e un reddito complessivo di 7.000 euro
La detrazione effettiva è quella che risulta rapportando la detrazione complessiva prevista per i possessori di un reddito netto fino a 7.500 euro (1.783) al periodo di pensione nell'anno (200):
1.783 : 365 x 200 = 976,98
Se il periodo di pensione fosse stato di 120 giorni, la detrazione sarebbe:
1.783 : 365 x 120 = 586,19
Poiché tale importo (586,19 euro) è inferiore alla detrazione minima di 690 euro, al contribuente spetterebbe comunque quest'ultima agevolazione (690 euro).


4 Pensionato di 74 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 13.000 euro
La detrazione effettiva si ottiene sommando a 1.255 euro (ammontare fisso) l'importo di 145,62 euro derivante dal seguente calcolo:
528 x [(15.000 - 13.000) / 7.250] = 528 x 0,2758 = 145,62
L'importo spettante sarà dunque di 1.400,62 (1.255 + 145,62).


5 Pensionato di 69 anni, periodo di pensione che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 40.000 euro
La detrazione effettiva è quella che risulta dal seguente calcolo:
1.255 x [(55.000 - 40.000) / 40.000] = 1.255 x 0,3750 = 470,63 (con arrotondamento).