Seleziona un'altra pagina sull'Irpef

Detrazioni IRPEF per Redditi di Lavoro Dipendente

Calcolo Online Detrazione Irpef per Lavoro Dipendente

Reddito complessivo ai fini Irpef
€ 
Deduzione abitazione principale e sue pertinenze
€ 
Tipo di contratto a tempo
indeterminato determinato
Durata contratto, giorni di lavoro
n.
Detrazione spettante per lavoro dipendente, con arrotondamento
€ 
Detrazione spettante per lavoro dipendente, senza arrotondamento
€ 
Reddito al netto della deduzione per abitazione principale e sue pertinenze
€ 
Detrazione base su cui viene effettuato il calcolo per la detrazione
€ 
Quoziente di riduzione risultante dal calcolo per la detrazione


Note sul calcolo
  • Per utilizzare questa calcolatrice, digitare la virgola (,) come separatore delle cifre decimali.
  • Nei calcoli Irpef gli importi riportati nelle dichiarazioni sono arrotondati all'euro superiore o inferiore: euro superiore, se i centesimi sono uguali o superiori a 50; euro inferiore, se sono uguali o inferiori a 49. Tutte le somme indicate dal contribuente nelle dichiarazioni (Modello 730, Modello Redditi, ecc.) devono seguire tale regola, mentre quelle relative ai calcoli precedenti vanno arrotondate al centesimo di euro, cioè devono comprendere due cifre decimali.
  • Il reddito complessivo ai fini Irpef include i redditi fondiari da locazioni, compresi quelli assoggettati a cedolare secca.
  • I giorni per i quali compete la detrazione sono quelli con diritto alla retribuzione, compresi riposi settimanali e festività.
  • Il massimo dei giorni lavorativi è 365 poiché l'anno va assunto come composto di 365 giorni anche quando è bisestile.
  • Per determinare la detrazione spettante si tiene conto della tipologia di reddito, dell'ammontare del reddito complessivo (diminuito della deduzione per abitazione principale e relative pertinenze) e, per alcuni redditi, dei giorni di lavoro.
  • Lo sconto decresce all'aumentare del reddito e va calcolato con un meccanismo abbastanza complicato (si legga l'articolo 13 aggiornato al 20 aprile 2016 del Tuir, il Testo Unico delle Imposte sui Redditi), fino ad annullarsi del tutto se il reddito complessivo supera 55.000 euro.

›› DETRAZIONE IRPEF PER REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI

La detrazione per lavoro dipendente spetta anche per alcuni redditi ad esso assimilati, tra i quali:
Attenzione
Le detrazioni previste quando il reddito complessivo non supera 8.000 euro, spettanti nella misura di 690 euro per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato e di 1.380 euro per i rapporti a tempo determinato, non devono essere rapportate al periodo di lavoro e non sono cumulabili tra loro.


Per determinare la detrazione spettante è necessario calcolare il reddito complessivo al netto della deduzione per abitazione principale e delle relative pertinenze, operando con le sottostanti modalità.

A) Reddito complessivo fino a 8.000 euro
Se il reddito complessivo non è superiore a 8.000 euro, la detrazione spetta nella misura di 1.880 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro dipendente. L'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può comunque essere inferiore ad 690 euro per redditi di lavoro dipendente derivanti da contratti a tempo indeterminato, oppure a 1.380 euro per redditi di lavoro dipendente derivanti da contratti a tempo determinato.

La detrazione va calcolata come segue:

Detrazione = 1.880 euro x N. Giorni Lavoro Dipendente / 365 giorni

Se la detrazione così determinata è inferiore a 690 euro e il reddito di lavoro dipendente deriva da un rapporto a tempo indeterminato, la detrazione spettante è pari ad 690 euro.
Se la detrazione così determinata è inferiore a 1.380 euro e il reddito di lavoro dipendente deriva da un rapporto a tempo determinato, la detrazione spettante è pari ad 1.380 euro.

Qualora vengano percepiti redditi di lavoro dipendente derivanti da un rapporto a tempo indeterminato e redditi di lavoro dipendente derivanti da un rapporto a tempo determinato, si può usufruire della detrazione minima più favorevole, pari a 1.380 euro.


B) Reddito complessivo superiore a 8.000 euro e inferiore a 28.000 euro
Per determinare l'ammontare della detrazione effettivamente spettante, calcolare:
  1. Quoziente = (28.000 euro - Reddito complessivo) / 20.000 euro
    Se il Quoziente è superiore a zero e minore di 1, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali.
  2. Detrazione spettante = [978 euro + (902 euro x Quoziente)] x N. Giorni Lavoro Dipendente / 365 giorni

C) Reddito complessivo superiore a 28.000 euro e inferiore a 55.000 euro
La detrazione effettivamente spettante va così calcolata:
  1. Quoziente = (55.000 euro - Reddito complessivo) / 27.000 euro
    Se il Quoziente è superiore a zero e minore di 1, devono essere utilizzate le prime 4 cifre decimali.
  2. Detrazione spettante = 978 x Quoziente x (N. Giorni Lavoro Dipendente / 365 giorni)

D) Reddito Complessivo superiore a 55.000 euro
La detrazione per lavoro dipendente e assimilati è pari a zero.


DETRAZIONI PER REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI (TABELLA RIEPILOGATIVA)
La detrazione per redditi di lavoro dipendente e assimilati è rapportata al periodo di lavoro.

Reddito complessivo (1) Importo detrazione (2)
non superiore a 8.000 euro 1.880 (3)
compreso tra 8.000 euro e 28.000 euro 978 + [902 x ((28.000 - reddito complessivo) / 20.000)] x (giorni di lavoro / 365)
compreso tra 28.000 euro e 55.000 euro 978 x [(55.000 - reddito complessivo) / 27.000] x (giorni di lavoro / 365)
oltre 55.000 euro 0
(1) Il reddito complessivo è al netto della deduzione per l'abitazione principale e le relative pertinenze e comprende il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni.
(2) Se il risultato dei rapporti è maggiore di 0, lo stesso risultato si assume nelle prime 4 cifre decimali.
(3) L'ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere inferiore a 690 euro per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato e a 1.380 euro per i rapporti di lavoro a tempo determinato.
Esempi di calcolo della detrazione per lavoro dipendente (con arrotondamenti al centesimo di euro)

1 Lavoratore dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, periodo di lavoro che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 21.000 euro
La detrazione effettiva è quella che risulta dal seguente calcolo:
978 + [902 x (28.000 - 21.000) / 20.000] = 978 + (902 x 0,35) = 1.293,70

2 Lavoratore dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, periodo di lavoro pari a 200 giorni e un reddito complessivo nell'anno di 7.500 euro
Per coloro che hanno un reddito complessivo fino a 8.000 euro, la detrazione effettiva si ottiene rapportando la detrazione complessiva (1.880 euro) al periodo di lavoro nell'anno (200 giorni):
1.880 / 365 x 200 = 1.030,14
Se il periodo di lavoro fosse stato di 100 giorni, la detrazione sarebbe:
1.880 / 365 x 100 = 515,07
Poiché tale importo è inferiore alla detrazione minima di 690 euro, al contribuente spetterebbe comunque quest'ultima (690 euro).

3 Lavoratore dipendente con rapporto di lavoro a tempo determinato, periodo di lavoro pari a 250 giorni e un reddito complessivo nell'anno di 7.000 euro
Si calcola la detrazione rapportando l'importo di 1.880 euro ai giorni lavorati nell'anno:
1.880 / 365 x 250 = 1.287,67
Poiché tale importo è inferiore a 1.380 euro (detrazione minima spettante ai lavoratori con contratto a tempo determinato), al contribuente sarà riconosciuta tale detrazione minima (cioè 1.380 euro).

4 Lavoratore dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, periodo di lavoro che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 14.000 euro
La detrazione effettiva è di 1.609,40 euro, derivante dal seguente calcolo:
978 + [902 x ((28.000 – 14.000) / 20.000)] x (365 / 365) e, quindi,
978 + [902 x 0,70] x 1 = 978 + 631,40 x 1 = 1.609,40

5 Lavoratore dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, periodo di lavoro che copre l'intero anno e un reddito complessivo di 38.000 euro
La detrazione effettiva è quella che risulta dal seguente calcolo:
978 x [(55.000 - 38.000) / 27.000] x (365 / 365) = 978 x 0,6296 x 1 = 615,75


fai una ricerca in Dossier.Net