FINANZIARIA 2005

Le novitą normative introdotte dalla Legge finanziaria 2005 nell'ambito dell'imposta comunale sugli immobili.
Il sommario delle novitą sull'Ici


Legge 31 dicembre 2004, n. 311


Art. 1, comma 67

"In deroga alle disposizioni dell'articolo 3, comma 3, della legge 27 luglio 2000, n. 212, concernente l'efficacia temporale delle norme tributarie, i termini per l'accertamento dell'imposta comunale sugli immobili che scadono il 31 dicembre 2004 sono prorogati al 31 dicembre 2005, limitatamente alle annualitą d'imposta 2000 e successive".

Al riguardo giova rilevare che, per espressa previsione generale del comma 572 della stessa legge finanziaria, la suddetta disposizione è entrata in vigore il 1° gennaio 2005, quando cioè i comuni impositori competenti erano già decaduti dall'attività di controllo. In ambito istituzionale quindi, il legislatore dimostra ancora una volta di non aver percepito il principio giurisprudenziale secondo cui quando intende prorogare un termine, deve intervenire prima che il termine stesso scada e non dopo (si veda, ex multis, Cassazione, sentenze 17507/2002 e 9106/2004, Commissione tributaria del Lazio, sezione X, sentenza 82/2005).
Ma perché in tema di rapporti tributari si deve procedere in deroga esplicita allo Statuto del contribuente?