I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

AVVISO LIQUIDAZIONE I.C.I. 1993



Inviato da Fabio in data 07 settembre 2003.

In data 23.10.2000 il comune mi notificava un avviso di liquidazione per l'I.C.I. riferita al 1993, in merito ad un immobile di mia proprietÓ. L'atto era stato emesso in quanto la rendita catastale presunta, calcolata sulla base dei dati comunicati al comune dall'U.T.E. (estimi catastali D.M. 27.09.1991), era superiore alla rendita presunta da me dichiarata. Nel 1995 l'U.T.E. mi notificava la rendita catastale definitiva accertata d'Ufficio. La rendita definitiva attribuita era pari a quella presunta da me dichiarata sin dal 1993 e quindi mai variata e soprattutto inferiore a quella indicatami dal comune nell'atto di liquidazione del 2000. Si precisa che il funzionario responsabile l'ufficio tributi, mi riferiva che l'avviso riguardava unicamente l'importo dell'imposta versata nel 1993, in quanto dal 1994 in poi gli importi da me versati erano corretti.(Importi versati usando come base di calcolo la stessa rendita catastale da me dichiarata nel 1993 e confermata quale rendita definitiva attribuita dall'U.T.E. nel 1995). Un tanto premesso, considerando inoltre che anche se, gli estimi catastali del 1993 fossero stati maggiori di quelli stabiliti con il D.Lgs. del 28.12.1993 ed entrati in vigore dal 01.01.1994, si trattava pur sempre di una rendita presunta, chiedo se l'atto di cui all'oggetto emesso dal comune nel 2000 Ŕ corretto. Nel caso l'atto fosse illegittimo, posso chiedere il rimborso di quanto indebitamente versato ed in caso affermativo sulla base di quali articoli di legge, circolari e altro.
Anticipatamente ringrazio, cordiali saluti
Fabio.


Risposte: