I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

Risposta: notificazione a persona non residente



Inviato da Redazione dossier.net in data 06 settembre 2003.

In risposta a: notificazione a persona non residente inviato da Robi in data 29 agosto 2003.

Nei casi in cui destinatario dell'avviso di accertamento sia un soggetto non residente nel territorio dello Stato, l'ufficio che ha emesso l'atto stesso deve darne comunicazione al destinatario medesimo all'indirizzo del paese estero di residenza, con avviso da inoltrare per posta.
Resta fermo che tale comunicazione ha soltanto finalitā informativa ed č, quindi, assolutamente priva degli effetti legali di cui all'art. 60 del DPR n. 600/1973, secondo il quale gli atti tributari, se non consegnati in mani proprie dell'interessato, devono essere notificati nel domicilio fiscale dello stesso, ed č esclusa l'applicabilitā degli artt. 142 e 143 del c.p.c., riguardanti la notifica a persona residente all'estero, o di residenza, dimora o domicilio sconosciuti (cfr. art. 60, comma 1, lettera f).
In proposito, si ricorda che i criteri per l'individuazione del domicilio fiscale del contribuente sono contenuti nell'art. 58 del citato DPR n. 600/1973, per il quale ogni soggetto passivo di imposta si intende domiciliato in un comune dello Stato che, per le persone fisiche non residenti in Italia, coincide con il comune in cui č stato prodotto il reddito o nel cui territorio č ubicato l'immobile oggetto di imposta.
Ne consegue, dunque, che la notifica degli atti tributari a soggetti residenti all'estero deve essere sempre effettuata all'interno dei confini nazionali e che, nei loro confronti, lo svolgimento degli adempimenti di cui all'art. 60, comma 1, lettera e), del DPR n. 600/1973 garantisce pienamente, sotto il profilo giuridico, il perfezionamento della notifica.