I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

Risposta: fabbricati rurali



Inviato da Redazione dossier.net in data 21 giugno 2003.

In risposta a: fabbricati rurali inviato da giada in data 17 giugno 2003.

Ai fini del riconoscimento della ruralità dei fabbricati agli effetti fiscali, le costruzioni destinate a edilizia abitativa devono soddisfare contemporaneamente le condizioni previste dal comma 3 dell'art. 9 del D.L. n. 557 del 1993 (convertito, con modificazioni, dalla legge n. 133 del 1994), così come modificato dall'art. 2 del D.P.R. n. 139 del 1998.
Nel caso di specie, riteniamo che il fabbricato non possa essere considerato rurale e, quindi, esente dall'Ici, in quanto il soggetto (mezzadro) che utilizza l'immobile e che conduce il terreno cui l'immobile stesso è asservito non ne ha il possesso (requisito soggettivo di possesso), né può essere qualificato come dipendente dell'azienda agricola, assunto nel rispetto della normativa in materia di collocamento (requisito soggettivo di utilizzo). Tuttavia, è utile ricordare che la valutazione della sussistenza delle condizioni per il riconoscimento ai fini fiscali della ruralità delle costruzioni è compito precipuo degli enti impositori e che gli uffici del territorio assicurano in ogni caso le ordinarie consulenze di carattere istituzionale, limitatamente ai requisiti oggettivi dei beni immobili (si veda circolare ministeriale n. 96/T del 9 aprile 1998).