I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

Risposta: coniuge superstite



Inviato da Redazione dossier.net in data 16 giugno 2003.

In risposta a: coniuge superstite inviato da alis in data 14 giugno 2003.

Il coniuge superstite vanta sulla casa di famiglia il diritto reale di abitazione, ai sensi dell'art. 540 del codice civile. A lui spetta di pagare interamente l'Ici a partire dalla morte del coniuge e di beneficiare per intero della detrazione per l'abitazione principale.
Nel caso prospettato, il Comune puņ richiedere al coniuge superstite la differenza di imposta non versata, con l'applicazione della sanzione amministrativa del 30% e degli interessi moratori. I figli che hanno pagato l'Ici pro quota possono chiedere il rimborso delle somme versate e non dovute, entro il termine perentorio di tre anni dal giorno del pagamento (art. 13, comma 1, del D.Lgs. n. 504 del 1992).