I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

Risposta: terreni agricolo



Inviato da Fausto (redazione dossier.net) in data 07 aprile 2003.

In risposta a: terreni agricolo inviato da Paola in data 04 aprile 2003.

La sua interpretazione è corretta. Tuttavia provo a chiarire con un esempio il caso prospettato.
Terreni agricoli posseduti con identica percentuale (50%) da due comproprietari di cui uno non coltivatore diretto né imprenditore agricolo.
Ipotizzando un valore complessivo dei terreni (al lordo delle agevolazioni) pari ad euro 77.468,53 e un'aliquota del 5 per mille, l'imposta per il soggetto non coltivatore diretto andrebbe così calcolata:
77.468,53 x 5/1000 x 50% = 193,67.
Per l'altro soggetto coltivatore diretto, occorrerebbe procedere nel seguente modo:
a) valore imponibile al lordo della detrazione (77.468,53) detrazione (25.822,84) = valore imponibile netto (51.645,69);
b) importo da assoggettare alla riduzione del 70% = euro 36.151,98;
c) importo da assoggettare alla riduzione del 50% = euro 15.493,71.
Calcolo dell'imposta dovuta:
a) 36.151,98 x 5/1000 x 0,30 x 50% = 27,11;
b) 15.493,71 x 5/1000 x 0,50 x 50% = 19,37.
L'imposta totale sarà quindi di euro 46,48 (27,11 + 19,37).
Si è ritenuto più pertinente attribuire i benefici fiscali nella misura integrale al solo proprietario coltivatore diretto, ma data l'importanza e la delicatezza dell'argomento sarebbe auspicabile una pronuncia ufficiale.