I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

Risposta: RIchiesta Rimborso



Inviato da Fausto (redazione dossier.net) in data 05 aprile 2003.

In risposta a: RIchiesta Rimborso inviato da Marco in data 04 aprile 2003.

Per esplicare efficacemente l'esercizio dell'attività di liquidazione e di accertamento, i Comuni impositori possono invitare i contribuenti, evidenziandone il motivo:
a esibire o trasmettere atti e documenti;
a restituire questionari inviati, previamente compilati e firmati (art. 11, comma 3, del D.Lgs. 504/92).
La mancata esibizione o trasmissione di atti e documenti comporta l'applicazione di una sanzione amministrativa da 51 a 258 euro; la stessa sanzione si applica per la mancata restituzione di questionari o per la loro mancata compilazione o compilazione incompleta o infedele (art. 14, comma 3, del predetto decreto Ici).
Al riguardo, giova rilevare che taluni comuni, con la "scusa" di giustificare gli scostamenti dei dati in proprio possesso, richiedono al contribuente una serie di dati, notizie, atti, dichiarazioni e documenti, costringendolo ad osservare una molteplicità di adempimenti. Tale comportamento, censurabile sotto il profilo morale, prima ancora che giuridicoamministrativo, tende a far ricadere sui cittadinicontribuenti le inefficienze e le disfunzioni della pubblica amministrazione. Va inoltre ricordato il principio giurisprudenziale secondo il quale gli uffici commettono abuso di potere quando richiedono al contribuente la presentazione di documenti in proprio possesso (Commissione tributaria centrale, sezione XXVI, decisione n. 5606 del 12 novembre 1996). Né va dimenticato che nella circolare n. 4602/93 del 22 giugno 1993, il segretario generale del Ministero delle Finanze ebbe modo di reputare essenziale, tra l'altro, che "non venga rivolta al contribuente la richiesta di informazioni delle quali l'Amministrazione è già in possesso o alle quali essa deve essere comunque in condizioni di accedere".
In conclusione, non c'è alcun dubbio che il Comune di Salerno sia in possesso o possa comunque accedere ai documenti a lei richiesti (sollecitati, peraltro, senza indicarne il motivo).