I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

ICI



Inviato da DIRITTO ABITAZIONE in data 05 dicembre 2005.

MI E' STATO NOTIFICATO DAL COMUNE DI ALTOPASCIO (LU) IL PAGAMENTO DELL'ICI DI TRE ANNI CHE, SECONDO ME, NON DEVO PAGARE IN QUANTO RIFERITO AL 17% DI UN APPARTEMENTO PERVENUTOMI PER EREDITA' DA UNO ZIO
SENZA FIGLI ED IN COMUNIONE DEI BENI CON LA MOGLIE.
QUEST'ULTIMA ABITA TUTTO L'APPARTAMENTO PER DIRITTO COME CONIUGE SUPERSTITE.
MI RISULTA CHE IN BASE ALL'ART.540 DEL CODICE CIVILE , CHE STABILISCE IL DIRITTO DI ABITAZIONE, L'ICI DEBBA ESSERE PAGATA DALLA ZIA.

PER QUESTO MOTIVO HO CONTESTATO IL PAGAMENTO AL COMUNE CHE A SUA VOLTA MI HA RICONFERMATO LA NOTIFICA SOSTENENDO CHE LA ZIA AVEVA PRESENTATO UN ATTO NOTORIO DOVE DICHIARAVA DI ESSERE PROPRIETARIA DELL'83% DELL'APPARTAMENTO ED IN BASE A QUESTA PERCENTUALE HA PAGATO L'ICI RELATIVA ADDEBITANDOMI LA DIFFERENZA.

E' NORMALE TUTTO QUESTO? OPPURE E' UN MODO PER AGGIRARE LA LEGGE?.

GRADIREI UNA VOSTRA RISPOSTA IN MERITO.

VI RINGRAZIO E SALUTO CORDIALMENTE.

TERESA.