I MESSAGGI DEL VECCHIO FORUM DELLA GUIDA ICI

Risposta: diritto di abitazione e versamento dell'ICI



Inviato da Puccio in data 02 marzo 2005.

In risposta a: diritto di abitazione e versamento dell'ICI inviato da Gianluca in data 17 dicembre 2004.

Normalmente il rimborso viene concesso per le ultime 3 annualità, quindi pare un po' strano un rimborso dato per un anno prescritto e non per gli altri anni.
Il Comune nel suo regolamento non ha il potere di stabilire le soggettività passive dell'ICI, che sono indicate dalla legge (art. 3 del d.lgs 504/92).
Il caso dell'assegnazione dell'immobile in caso di separazione non è contemplato dall'art.3, per cui ogni Comune interpreta a suo modo se la soggettività passiva debba essere attribuita al coniuge assegnatario oppure no.
In una prima fase il Ministero delle Finanze aveva dato indicazione di considerare l'assegnazione dell'immobile come un diritto (reale) d'abitazione per cui di considerare soggetto al pagamento l'assegnatario.
Poi la Corte di Cassazione smentì questa interpretazione dicendo che l'assegnazione del fabbricato non è un diritto reale, derivando che la soggettività passiva rimane in capo ad entrambi i coniugi.

CONSIGLIO:
Verifichi presso la Conservatoria dei RRII se sia stato registrato un diritto reale di abitazione, in questo caso con una copia della visura ipotecaria chieda il rimborso al Comune.
Se invece è registrato un verbale d'assegnazione l'unica sua strada è ricorrere alla Commissione Tributaria Provinciale avverso il diniego al rimborso, ma l'esito è incerto.