FOTO ANTICHE ED IMMAGINI D'EPOCA: LA CITTÀ DI GIULIANOVA
Giulianova è uno dei maggiori centri della provincia di Teramo; il comune conta oltre 23.000 abitanti. Nota stazione balneare, può vantare anche una solida tradizione marittima, grazie al suo porto, distante circa 25 chilometri da quello di San Benedetto del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno). La città si articola in due agglomerati, saldatisi fra di loro negli ultimi decenni: Giulianova propriamente detta (conosciuta anche come Giulianova Paese o Giulianova Alta) e Giulianova Lido (o Giulianova Spiaggia). Il primo comprende il centro storico e sorge su una collina a circa un chilometro dalla costa; il Lido è costituito dalla parte più moderna e turistica e si è sviluppato nel corso del Novecento.
Benché i primi insediamenti umani risalgano all'epoca neolitica, le origini della città sono datate intorno al III secolo a.C., quando i romani crearono presso le foci del Tordino, a meno di 2 chilometri dall'attuale centro storico, una nuova colonia denominata Castrum Novum (o Castrum Novum Piceni). Con il tempo, la colonia si trasformò in un centro commerciale ed in uno snodo per le comunicazioni. La località si spopolò durante le invasioni barbariche e nell'alto Medioevo assunse il nome di Castrum Sancti Flaviani (o Castrum in Sancto Flaviano), in memoria di San Flaviano, Patriarca di Costantinopoli e Martire.
In epoca medievale, il borgo fece parte del Regno Ostrogoto, del Ducato di Spoleto, del Regno di Sicilia e, infine, del Regno di Napoli. Nella seconda metà del XIV secolo divenne un possedimento della potente famiglia degli Acquaviva, che ne fece una delle sue residenze principali fino alla distruzione, avvenuta nel luglio del 1460 a seguito della sanguinosa battaglia di San Fabiano d'Ascoli o San Flaviano d'Ascoli, combattuta fra angioini ed aragonesi. Dodici anni più tardi (nel 1472), Giulio Antonio Acquaviva, duca di Atri e signore del luogo, ricostruì Castel San Flaviano su un'altura a circa 70 metri sul livello del mare, a breve distanza dall'anteriore centro abitato. Il nuovo nucleo prese da lui il nome di Giulia, cui venne aggiunto in età contemporanea il qualificativo di Nova. Subito dopo l'unità nazionale, Giulianova fu la prima città dell'ex Regno delle Due Sicilie ad essere visitata dal re Vittorio Emanuele II. Per commemorare l'evento venne eretta in piazza della Libertà una statua bronzea del sovrano.

Giulianova nel passato

Foto antiche ed immagini d'epoca