Il Forum dei Contribuenti
24 Ottobre 2017, ore 00:23:00 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: I Comuni rovesciano la legge 126/2008 sull'esenzione per fare cassa sui poveri.  (Letto 3621 volte)
giufil
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 11


« inserito:: 07 Novembre 2010, ore 23:25:48 »

Il mio precedente post non ha avuto successo!!! Forse ho sbagliato presentandolo come un problema personale; vediamo la questione da un punto di vista generale.

Mi riferisco all'esenzione ici per l'unità immobiliare di residenza anagrafica.
La legge 126/2008 ed in particolare la risoluzione 12/DF 5/6/2008 Ministero Finanze dice: " L'esenzione deve essere riconosciuta a tutte le tipologie di immobili destinate ad abitazione principale ad eccezione delle cat. A/1, A/8, A/9 che continuano ad usufruire della detrazione di imposta."

Reazione dei Comuni:
Il Comune di Milano ad es. Delibera CC. 15/4/2010 " Le unita immobiliari destinate ad abitazione principale sono tutte esluse dall'esenzione ad eccezione delle cat. da A/2 a A/7".
Il Comune di Bologna prende provvedimenti analoghi non con delibera del Consiglio ma con nota interna all'ufficio ici.
Probabile che altri Comuni abbiano trovato comodo agire nello stesso modo per fare cassa

Questo mi sembra un "ribaltone" che sovverte la lettera della Legge.

Per quanto riguarda lo spirito della Legge:
Il titolo è "Provvedimenti urgenti a favore del reddito delle famiglie" ed è evidente che sono proprio i più poveri che risiedono in locali precari, che possiedono essendo i loro ex laboratori, ex botteghe ecc. di incerto accatastamento e non hanno scelta abitativa: proprio questi vengono esclusi dalla esenzione ICI ed anche dalla riduzione di imposta che però continua a spettare agli abitanti dei castelli e dei palazzi storici.

Questo mi sembra un sovvertimento dello spirito della Legge e mi pare anche un buon argomento di discussione per un forum che si occupa di ICI.

Ringraziando saluto tutti.
Registrato
carax62
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 9


« Risposta #1 inserito:: 09 Novembre 2010, ore 09:19:38 »

sarebbe bastato lascire in vigore l'ultima normativa del governo Prodi, che aveva introdotto un'ulteriore detrazione pari all 33 x 1000, sino ad un massimo di 200€, da aggiungere alla già vigente legge, ma la caduta del governo e l’ingresso del “RE” ha introdotto quello che hai menzionato.
“votate gente, votate”. opsss era “meditate, gente meditate”.
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.037 secondi con 18 query.