Il Forum dei Contribuenti
13 Dicembre 2017, ore 11:24:27 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: ICI residenti all'estero  (Letto 6246 volte)
clayriz
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 21 Ottobre 2010, ore 17:57:21 »

Per cominciare inquadriamo la situazione.

´Sono proprietario di un appartamento piccolo nel Comune di Pasturo (LC).
L'appartamento é accatastato come, abitazione civile: A/2
Dal 2010 é libero.

 L'usufrutto é cosí suddiviso: 50% al Papà, anziano residente presso una Casa di riposo in Italia dal 2008
                                       50% al sottoscritto, residente all'estero AIRE dal 2003.

L'appartamento non é mai stato occupato da un familiare ne abbiamo mai avuto residenza presso questo Comune.

Nel corso dell'anno 2010 (22 Giugno) ho inviato istanza di esenzione a mezzo e-mail al Comune.
Come previsto dal regolamento del Comune ho chiesto istanza di esenzione ICI per il Papà perchè anziano ricoverato in Casa di riposo e per il sottoscritto perchè residente all'estero.

A parte il fatto che ho ricevuto risposta solo 3 giorni fa (3 mesi, alla faccia di un Comune cosí piccolo).

Mi scrive una tale Dottore e mi dice che non ho diritto all'esenzione come residente all'estero e allega la risoluzione DF/1.
Inoltre mi dice che comunque non può essere applicata la detrazione de 104,00€ con relativa aliquota ridotta perchè
"la detrazione per l'abitazione principale non è prevista per la categoria catastale alla quale appartiene l'immobile posseduto in Pasturo"
Registrato
servezza
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 21


« Risposta #1 inserito:: 22 Ottobre 2010, ore 11:20:52 »

sull'estero ha ragione il Comune, sull'esenzione mi pare proprio di no. Potrebbero avere previsto con regolamento che le A/2 non hanno diritto all'esenzione ma è strana come cosa.
Registrato
clayriz
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« Risposta #2 inserito:: 28 Ottobre 2010, ore 13:58:49 »

Nel Regolamento non c'é nessun riferimento in quanto a detrazioni per categorie catastali (A2). Per cui ho diritto alla vecchia detrazione di 104,00€ (?).
Ora, il problema é un altro perché l'istanza di esenzione per mio Papà é stata rigettata perché (Comune dixit):"il Papá non ha mai utilizzato questo appartamento come dimora abituale o come abitazione principale".

Mio padre, effettivamente, é residente presso una RSA dall'Ottobre 2005 e l'abitazione principale (non era a Pasturo) che possedeva prima del ricovero é stata venduta nel 2006 ed é rimasto questo piccolo appartamento di Pasturo dove il Papà non ha mai abitato.Il papá attualmente non ha un'abitazione principale.E comunque Il Regolamento ICI del Comune all'art.22 dice: "equiparate alle abitazioni principali: (...);c) le unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o diusufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricoveroo sanitari a seguito di, ricovero permanente a condizione che non risultino locate"; cioé non pone condizioni preventive.

Quindi secondo il Comune mio padre non ha diritto ad una abitazione principale? Posso denunciare il Comune e chiedere i danni perchè gli viene negato questo diritto?



Registrato
francyman8
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 179


« Risposta #3 inserito:: 09 Novembre 2010, ore 19:10:05 »

a parere dello scrivente suo padre ha certamente diritto all'esenzione e lei ha altrettanto diritto alla detrazione e all'aliquota agevolata (non essendo casa sua A/1, A/8 o A/9).
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.036 secondi con 18 query.