Autore Topic: VARIAZIONE RENDITA CATASTALE  (Letto 9086 volte)

Offline ERIK

  • Nuovo iscritto
  • *
  • Post: 1
VARIAZIONE RENDITA CATASTALE
« il: 01 Marzo 2009, ore 17:16:12 »
BUONGIORNO, GRADIREI RICEVERE QUESTE INFORMAZIONI.
NELL'ANNO 2001 HO ACQUISTATO UN IMMOBILE E NELLA STIPULAZIONE DELL'ATTO,  IL NOTAIO HA INDICATO I DATI CATASTALI ERRATI (SUBALTERNO), CORRISPONDENTI AD UN ALLOGGIO DELLO STESSO STABILE PIU' PICCOLO E QUINDI CON RENDITA CATASTALE INFERIORE ALLA MIA.
NE CONSEGUE CHE DAL 2001 HO PAGATO L'ICI  CORRISPONDENTE ALL'ALTRO APPARTAMENTO.
PRECISO CHE HO PROVVEDUTO AD EFFETTUARE DAL NOTAIO UNA RETTIFICA DELL'ATTO INDICANDO I DATI CORRETTI.
LE MIE DOMANDE SONO LE SEGUENTI: PER ESSERE IN REGOLA DEVO PAGARE LA DIFFERENZA TRA LA RENDITA CATASTALE  PAGATA E QUELLA RELATIVA REALE, QUINDI PIU' ALTA PERCHE' CORRISPONDENTE AD UN ALLOGGIO PIU' GRANDE?
SE DEVO PAGARE, LA RETROATTIVITA' DA QUALE ANNO DECORRE?
CI SONO DEGLI INTERESSI DI MORA DA APPLICARE?
SUL MODELLO 730 COME DEVO INDICARE LA VARIAZIONE DELLA RENDITA?
GRAZIE.
CORDIALI SALUTI.
ERIK

Offline C.A.

  • Iscritto super
  • *****
  • Post: 305
Re: VARIAZIONE RENDITA CATASTALE
« Risposta #1 il: 16 Marzo 2009, ore 08:06:52 »
Buongiorno,

la prescrizione per l'ici, in caso di denuncia inesatta, è di cinque anni dalla data della denuncia. Pertanto gli anni di imposta ad oggi accertabili sono quelli dal 2003 (la cui denuncia andava presentata nel 2004) in poi. Tuttavia autonomamente il contribuente può sanare solo l'anno precedente (il 2008 oggi), applicandosi gli interessi al tasso legale e il 3% di sanzioni sulla minor imposta versata.
Per gli anni addietro solo il comune può emettere un provvedimento di accertamento; al contribuente è lasciata facoltà, anche prima di aver ricevuto detto accertamento, di presentare al comune una richiesta di accertamento con adesione (trovi più informazioni a riguardo nella sezione "contenzioso" di questo sito). A seguito di questa richiesta verrà fatto un incontro in comune per la definizione degli importi residui da pagare, applicazione di sanzioni ed interessi etc., ci si augura più favorevole rispetto ad un accertamento emesso d'ufficio dal comune.
Sul modello 730 non ti so aiutare, immagino vadano indicati i 365 giorni di possesso per l'immobile con la rendita catastale corretta, ma onestamente non voglio darti risposte campate in aria quindi se qualcuno sa dirti qualcosa di preciso è meglio lo faccia : )