Il Forum dei Contribuenti
11 Dicembre 2017, ore 07:49:36 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: ravvedimento operoso anno 2000  (Letto 4182 volte)
iolly
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 30 Gennaio 2003, ore 19:40:52 »

Nell'anno 2000 ho versato un'imposta minore di quella dovuta e nel giugno 2001 ho versato la differenza senza interessi ed ho comunicato al Comune l'importo versato a titolo di ravvedimento. Il Comune sostiene, ora, che l'importo versato, poiché non comprende le sanzioni e gli interessi prescritti dalla legge, debba essere restituito e contestualmente debba essere emesso avviso di accertamento per mancato pagamento della somma contestata. Vorrei sapere se tale condotta è legittima e, se è possibile fruire dei benefici previsti dalla finanziaria 2003. Ringrazio per la collaborazione che spero mi offrirete ed invio un cordiale saluto a tutti Voi! grazie!!                                                                                                                                                  
Registrato
Alex (redazione D.N.)
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29


« Risposta #1 inserito:: 31 Gennaio 2003, ore 20:43:14 »

Citazione
Nell'anno 2000 ho versato un'imposta minore di quella dovuta e nel giugno 2001 ho versato la differenza senza interessi ed ho comunicato al Comune l'importo versato a titolo di ravvedimento. Il Comune sostiene, ora, che l'importo versato, poiché non comprende le sanzioni e gli interessi prescritti dalla legge, debba essere restituito e contestualmente debba essere emesso avviso di accertamento per mancato pagamento della somma contestata. Vorrei sapere se tale condotta è legittima e, se è possibile fruire dei benefici previsti dalla finanziaria 2003. Ringrazio per la collaborazione che spero mi offrirete ed invio un cordiale saluto a tutti Voi! grazie!!



La regolarizzazione dell'insufficiente versamento mediante il cosiddetto ravvedimento operoso comporta il versamento della sanzione ridotta, che deve essere eseguito contestualmente al pagamento della differenza di imposta dovuta e degli interessi moratori. Il termine "contestualmente" va inteso nel senso che il pagamento cumulativo (tributo-sanzione-interessi) deve avvenire entro il "limite temporale" previsto e non necessariamente nel "medesimo giorno" (in tal senso, circolare ministeriale n. 180/E del 10 luglio 1998).
Nel suo caso non vi è stato ravvedimento, poiché non sono stati versati né la sanzione ridotta né gli interessi e, quindi, è corretto ciò che sostiene il Comune.
Non comprendo poi di quali benefici previsti dalla legge finanziaria 2003 lei intenda fruire.

Alex (redazione Dossier.Net)                                                                                                                                                  
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.032 secondi con 18 query.