Il Forum dei Contribuenti
23 Ottobre 2017, ore 21:04:38 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: IMMOBILI STORICI  (Letto 4691 volte)
coletta
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 11


« inserito:: 10 Febbraio 2009, ore 14:35:20 »

La base imponibile di un fabbricato di cat. B ottenuta dall'applicazione dei parametri stabiliti dal D.lgs.504/92 per i fabbricati  sottoposti  a vincolo storico risulta essere superiore alla rendita attribuita dal catasto.In sede di liquidazione dell'imposta bisogna tener conto della rendita catastale o di quella risultante dall'applicazione del vincolo?Ringrazio anticipatamente.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #1 inserito:: 11 Febbraio 2009, ore 17:52:47 »

E' sicuramente curiosa come situazione, forse la rendita iscritta in catasto non è corretta? Solitamente l'agevolazione è anche abbastanza 'sostanziosa' per questo tipo di immobili.. Comunque direi che la normativa non lascia la facoltà di 'scegliere' quale trattamento adottare..
Registrato
augusto123
Iscritto senior
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 35


« Risposta #2 inserito:: 19 Febbraio 2009, ore 03:32:55 »

Molti degli immobili censiti in categoria catastale B sono generalmente esenti.
Ciò detto non sono d'accordo con la tesi di C.A.. La norma del '93 in materia di immobili storici aveva l'evidente intento di ridurre la base imponibile come derivante dai dati catastali normalmente vigenti.
Nel caso in questione, davvero strano, si ha un peggioramento invece. Dal che la norma da agevolativa diventa punitiva e duqneu perde la sua motivazione fondamentale che ne ha determinato l'entrata in vigore.
Non solo. Per anni tale norma è stata osteggiata con tanto di circolari e solo con decisioni in corte costituzionale la questione si è sbloccata definitivamente (a favore dei contribuenti, nell'intento di favorirli, appunto riducendo la base imponibile).
Per tutto questo ritengo applicabile la base imponibile come derivante dai certificati catastali vigenti, senza applicazione della norma agevolativa per il contribuente (nel caso specifico punitiva).
Ciao!
A.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #3 inserito:: 19 Febbraio 2009, ore 09:33:52 »

Attenzione: quello che intendevo dire è che mi pare strano che risulti più elevata la rendita determinata con le modalità di abbattimento della base imponibile, che non quella iscritta in catasto. Non sto certo dicendo che questo sia impossibile, ma che probabilmente la rendita catastale non è aggiornata o non è comunque rappresentativa delle reali dimensioni dell'immobile, se effettuando il conteggio sulla volumetria effettiva (attenzione al discorso metri cubi e non metri quadri) questo risulta più elevato del dato iscritto in catasto.
Il mio era quindi anche un suggerimento cautelativo di fronte a questa possibilità, se non è stata verificata..
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.037 secondi con 18 query.