Il Forum dei Contribuenti
21 Ottobre 2017, ore 14:01:57 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Abitazione principale  (Letto 6473 volte)
principe_cookie
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 07 Gennaio 2009, ore 13:04:22 »

Buongiorno a tutti!
Qualcuno ha già sentito parlare della sentenza della Suprema Corte n. 25902 del 29.10.2008?
Io mi trovo nel caso in questione...vorrei chiedere il rimborso al Comune basandomi su questa Sentenza. Mi piacerebbe confrontarmi con altri.... Indeciso

http://www.cortedicassazione.it/Notizie/GiurisprudenzaCivile/SezioniSemplici/SezioniSemplici.asp?ID=12#
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #1 inserito:: 07 Gennaio 2009, ore 19:03:57 »

Attenzione: leggendo attentamente la sentenza, emerge un punto molto importante!
Infatti i giudici precisano che è possibile considerare le rendite sommate SE l'eventuale fusione delle due unità immobiliari non possa generare una variazione di classe o categoria. Classe (a2, a3, a4 etc) e categoria (1,2,3 etc.) sono parametri catastali che servono ad attribuire un valore al vano (o al mq nel caso dei fabbricati di categoria c) in €, la cosiddetta rendita catastale. Questi parametri sono fortemente dipendenti anche dalla superficie dell'immobile, e dalla sua "autonomia" rispetto all'immobile nel complesso, comprese anche le altre parti. Pertanto, fossi io nel Comune che riceve la tua richiesta, ti chiederei di "provare", con un accatastamento ex novo, che questa condizione sia soddisfatta.
Registrato
principe_cookie
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« Risposta #2 inserito:: 07 Gennaio 2009, ore 20:26:34 »

I due appartamenti  sono accatastati in categoria A/3 classe 2; dovrei quindi informarmi, magari da un tecnico, se dalla fusione dei due potrebbe risultare ad esempio un A/2 o se "A/3+A/3=A/3". Certo che se i parametri dipendono anche dalla superficie difficilmente la fusione dei due appartamenti non genererà una variazione di categoria e classe. Anche io tra l'altro nel caso mi trovassi a dover rimborsare, chiederei prove "tangibili". Grazie C.A. Sorriso
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #3 inserito:: 08 Gennaio 2009, ore 10:43:25 »

Una soluzione più semplice, e più economica, al tuo problema, se nel regolamento ici del tuo comune è prevista questa possibilità, sarebbe dare in uso gratuito ad un tuo parente il secondo appartamento, disgiungendo gli stati di famiglia (un figlio, un genitore, etc. in base a come eventualmente previsto sempre dal regolamento comunale).

Un'altra cosa che mi viene in mente è che A3 classe 2 è una categoria molto bassa, il cui accatastamento probabilmente risale a parecchi anni fa, quindi o l'appartamento è realmente in cattive condizioni e in una posizione di basso valore (in montagna, in mezzo alla pianura etc.) o temo che anche solo un aggiornamento del classamento in base alle nuove disposizioni catastali (sono state praticamente eliminate alcune categorie più basse) possa causare un aumento di categoria.

Forse la cosa più semplice che puoi fare, tanto per cominciare e a costo 0, è sentire in comune cosa pensano della tua richiesta.
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.031 secondi con 18 query.