Il Forum dei Contribuenti
14 Dicembre 2017, ore 10:02:34 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: ICI NON PAGATA 2000 - 2001 - 2002  (Letto 6402 volte)
Rosafio67
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« inserito:: 06 Gennaio 2009, ore 23:33:52 »

Salve a tutti, ho bisogno di consigli o soluzioni urgenti.....

Ho un Albergo e nel periodo 2001 - 2002 non ho pagato ICI per motivi legati a ristrutturazioni e ampliamenti. Purtroppo ho preferito pagare i tecnici e altro pensando di tralasciare per qualche anno i tributi. NON L'AVESSI MAI FATTO!!!!. N. 02 cartelle per importo 4700,00 euro ad oggi è arrivato a 17700,00. PAZZESCO. Ho contattato i funzionari addetti del Comune e mi hanno detto che non possono fare niente, io proponevo una transazione un ravvedimento, sono andato a EQUITALIA e niente mi hanno detto che devo pagare fino all'ultimo centesimo, a me sembra troppo. Vorrei trovare soluzioni alternative, leggi, decreti, aiuti, denunce........ AUITATEMI non so come fare sono disperato in quanto a breve hanno deciso anche di mettere in vendita la struttura.
Un saluto
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #1 inserito:: 07 Gennaio 2009, ore 19:04:36 »

E' necessario capire una cosa: le cartelle che hai ricevuto sono dei ruoli coattivi, inviati dal riscossore, o sono degli avvisi di accertamento ex novo emessi dal comune?
Registrato
Rosafio67
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #2 inserito:: 07 Gennaio 2009, ore 21:22:54 »

Salve, penso che sia un ruolo coattivo in quanto il tutto è finito in tribunale con una procedura, mi hanno solo consigliato di fare una rateizzazione. Per favore sono disperato vorrei trovare una soluzione tipo saldo e stralcio. Una legge qualcosa che mi permette di farlo.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #3 inserito:: 08 Gennaio 2009, ore 10:38:01 »

Se sono ruoli coattivi c'è davvero poco da fare: potresti sentire un legale in grado di verificare che non ci siano errori formali nella notifica della cartella esattoriale. Purtroppo la possibilità di entrare nel merito della richiesta, cioè rivedere sanzioni, interessi, importi etc. è venuta meno quando è diventato definitivo il provvedimento (a seguito della sentenza della commissione tributaria, a quanto mi pare di capire dalla tua risposta).
L'unica 'dritta' che mi viene in mente, è di verificare tutte le possibilità di ricorso contro la cartella esattoriale, al di là delle quali c'è solo la rateizzazione..
Registrato
Rosafio67
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #4 inserito:: 08 Gennaio 2009, ore 12:13:16 »

Si grazie una soluzione è rivedere tutte le notifiche e il tutto ma vi assicuro che nessun avvocato prenderebbe in considerazione la mia posizione in quanto c'è solo da perdere tempo e pochi soldi.
Non ci sarebbe una soluzione tipo ravvedimento ho una istanza sul comune tipo, "aiuto alle aziende" ho sono solo parole dei politici.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #5 inserito:: 08 Gennaio 2009, ore 17:09:03 »

Sicuramente il comune "può" venirti incontro in qualsiasi modo esso desideri, inoltrando una richiesta di sgravio del ruolo al riscossore e concordando con te un pagamento parziale, a rate, ravvedimento o quant'altro. Ma non c'è, che io sappia, una normativa che lo costringa a farlo, salvo appunto iniziare un contenzioso sulla cartella esattoriale.
Registrato
Rosafio67
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #6 inserito:: 08 Gennaio 2009, ore 19:49:18 »

Salve, ho trovato un legale che vuole prendere l'incarico, mi ha detto di fare uno storico delle cartelle con le relative notifiche agli uffici di EQUITALIA per vedere se tutto è stato notificato nei tempi. Inoltre in quel benedetto periodo come ho già spiegato facevo sia degli ampliamenti che delle ristrutturazioni sicuramente ci sarà una legge dove si può avere degli sgravi riguardo attività che stanno affrontando spese e quindi che non utilizzano al pieno la struttura.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #7 inserito:: 10 Gennaio 2009, ore 06:48:24 »

In caso ci fossero pratiche edilizie in corso sul fabbricato, l'imposta sarebbe stata da calcolare sul valore del terreno (considerato fabbricabile per la sua valorizzazione) e non sulla rendita catastale dell'immobile. Il problema è che la possibilità di contestare nel merito, cioè di entrare nel dettaglio del "a che titolo" ti sono state richieste quelle somme, è venuta meno una volta che i provvedimenti sono divenuti definitivi. Ora tu stai ricevendo semplicemente la messa a ruolo coattivo di quei pagamenti, quindi non hai più la possibilità di contestare cosa ha generato quella richiesta di versamento.
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.032 secondi con 18 query.