Il Forum dei Contribuenti
15 Dicembre 2017, ore 19:44:01 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: quesito: ici su immobile storico con vincolo belle arti dichiarato inagibile  (Letto 7839 volte)
rodolfo
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« inserito:: 22 Novembre 2008, ore 10:39:57 »

Vorrei sapere come rispondere al comune che richiede pagamento ici dall'inizio dei lavori di un immobile storico con vincolo delle belle arti dichiarato inagibile dal 1999 e tutt'ora inagibile in cui i lavori di restauro sono iniziati dal 2005 e sono in corso.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #1 inserito:: 25 Novembre 2008, ore 11:00:39 »

L'ici sui fabbricati storici va versata utilizzando una rendita "ridotta" rispetto al normale, essi non sono esenti dall'imposta. Per quanto riguarda l'inagibilità essa deve essere certificata dall'ufficio tecnico del comune, o da autocertificazione di parte presentata in sede di dichiarazione ici, consente la riduzione del 50% dell'imposta a partire dall'anno in cui è stata presentata la dichiarazione con allegato il certificato.
Detto questo bisognerebbe capire di che "lavori di restauro" stiamo parlando: le manutenzioni ordinarie e straordinarie non hanno influenza ai fini ici, cioè si continua a pagare con la rendita catastale (opportunamente ridotta visto che parliamo di fabbricato storico), mentre ristrutturazioni edilizie vere e proprie fanno scattare l'assoggettabilità come area fabbricabile (e in quel caso, la storicità dell'immobile non ha alcun effetto sull'imposta).

Da come hai prospettato tu il caso l'ici andrebbe versata in questo modo:
- dal 1999 (anno di dichiarazione con allegata inagibilità) fino all'inizio lavori calcolando l'imposta sulla rendita catastale ridotta per storicità, dimezzando l'importo finale ottenuto;
- dall'inizio lavori (se di manutenzione ordinaria e straordinaria) sempre allo stesso modo, OPPURE
- dall'inizio lavori (se di ristrutturazione) conteggiando il valore dell'area edificabile corrispondente alla parte di fabbricato in corso di ristrutturazione.
- dalla fine lavori l'imposta andrà conteggiata sulla rendita catastale ridotta, senza più la riduzione per inagibilità.


Faccio notare che l'inagibilità, ai fini ici, non può essere superabile da pratiche di manutenzione ordinaria o straordinaria (nel qual caso sarebbe errato aver qualificato l'immobile come inagibile), quindi credo che nel tuo caso si tratti di una ristrutturazione.
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.038 secondi con 18 query.