Il Forum dei Contribuenti
17 Dicembre 2017, ore 15:56:21 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Termine richiesta rimborso ulteriore detrazione x abitazione con disabile  (Letto 6819 volte)
ROMINA74
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« inserito:: 22 Ottobre 2008, ore 18:22:25 »

Ciao a tutti. Mia madre unica occupante di casa di proprietà, con invalidità 85% + Legge 104/92, nel giugno 2007 versò per intero l'ICI dovuta per quell'anno applicando solo la detrazione abitazione principale non sapendo che da quell'anno era possibile, nel nostro comune, applicare anche la detrazione per abitazione di proprietà di disabile. A luglio 2007 presentò la richiesta, una semplice domanda con modello recuperato presso un ufficio del Comune facendo presente che chiedeva il rimborso poichè disabile. Allegò la dichiarazione ISEE che era richiesta e che le consentiva, oltre al fatto di essere invalida,  l'ulteriore detrazione, rientrando come reddito ISEE e come classe. A dicembre 2007 al comune le dissero che andava presentata una ulteriore richiesta indicando i dati catastali della casa. Le compilarono questa ulteriore richiesta presso l'ufficio tributi del comune e la protocollarono alcuni giorni dopo cioè a gennaio 2008 dicendol che entro la fine del 2008 sarebbe stata rimborsata. In questi giorni si è recata a chiedere informazioni ma al comune le hanno detto che non ha diritto al rimborso, adducendo motivi di bilancio e che la richiesta vale solo per l'anno successivo alla presentazione e che comunque l'ulteriore detrazione va richiesta contestualmente al pagamento dell'ICI non essendo previsto il rimborso successivo della ulteriore detrazione. A dicembre il responsabile dell'Ufficio Tributi ha assicurato che riesaminerà la richiesta. Ma se hanno detto che non ne ha diritto... Chi ha ragione? Chi le consigliò di fare la richiesta o chi adesso la informa che non ne ha diritto? Ha fatto richiesta di accesso agli atti a luglio 2008 ma dopo 3 mesi le hanno detto a voce che non rispondono alle 241 ma quando sarà riesaminata la pratica (a dicembre 2008...) probabilmente le risponderanno. Che modo è questo di applicare le leggi? Scusate la lunghezza del testo. Grazie per le informazioni che vorrete fornire.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #1 inserito:: 22 Ottobre 2008, ore 21:43:50 »

Ciao, spero di poterti essere utile..
Il nocciolo della questione è che il comune in cui abita tua madre ha adottato per regolamento un ulteriore detrazione da applicarsi a determinate tipologie di cittadini residenti. Nell'applicare queste norme è solo il regolamento comunale a fare testo, quindi per determinare se è rimborsabile 'retroattivamente' o meno questa detrazione è necessario leggere il regolamento ici del comune: puoi riportare qua l'articolo che determina il diritto a questa ulteriore detrazione?

Registrato
ROMINA74
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #2 inserito:: 23 Ottobre 2008, ore 07:11:31 »

Ciao, spero di poterti essere utile..
Il nocciolo della questione è che il comune in cui abita tua madre ha adottato per regolamento un ulteriore detrazione da applicarsi a determinate tipologie di cittadini residenti. Nell'applicare queste norme è solo il regolamento comunale a fare testo, quindi per determinare se è rimborsabile 'retroattivamente' o meno questa detrazione è necessario leggere il regolamento ici del comune: puoi riportare qua l'articolo che determina il diritto a questa ulteriore detrazione?


Grazie per la disponibilità; questo è quanto riportato nella delibera del comune di Aprile 2007: qui sembra tutto esposto chiaramente ma forse chi ha poi consigliato mia madre di presentare in 2 fasi successive la richiesta non aveva letto la delibera, oppure la delibera può essere interpretata diversamente: non si spiegherebbe perchè le hanno risposto nei giorni scorsi che "i rimborsi si faranno compatibilmente con le esigenze di bilancio..." e che la riesamineranno a dicembre prossimo.
Per le abitazioni principali dei soggetti passivi nel cui nucleo familiare sia presente un portatore di handicap permanente con invalidità non inferiore al 75% individuato e certificato dalle competenti autorità sanitarie, i contribuenti possono usufruire di tale detrazione (ulteriore euro 70,00) nel caso in cui l’indicatore ISEE relativo all’anno precedente non superi la somma di € 30.000 e per le unità immobiliari classificate nella categoria A. L’ulteriore detrazione dovrà essere attivata con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà nella quale siano specificati gli estremi catastali degli immobili e la loro ubicazione da presentare entro il termine del pagamento in acconto
Registrato
ROMINA74
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #3 inserito:: 23 Ottobre 2008, ore 07:22:05 »

In un altro articolo della delibera citata è scritto: "Il contribuente che ritiene di avere diritto al rimborso può richiedere al Comune richiesta di rimborso per le somme versate e non dovute. L'istanza deve essere presentata utilizzando l'apposito modello, deve essere motivata, sottoscritta e corredata degli allegati necessari. La richiesta deve essere presentata, a pena di decadenza, entro il termine perentorio di 5 anni (legge Finanziaria 2007) dal giorno del pagamento ovvero dal giorno in cui è stato accertato definitivamente il diritto alla restituzione. Tale termine vale esclusivamente a partire dall'anno di imposta per il quale, secondo la normativa precedente, non era scaduto il termine di richiesta al 1/1/2007".
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #4 inserito:: 23 Ottobre 2008, ore 08:29:11 »

“Per le abitazioni principali dei soggetti passivi nel cui nucleo familiare sia presente un portatore di handicap permanente con invalidità non inferiore al 75% individuato e certificato dalle competenti autorità sanitarie, i contribuenti possono usufruire di tale detrazione (ulteriore euro 70,00) nel caso in cui l’indicatore ISEE relativo all’anno precedente non superi la somma di € 30.000 e per le unità immobiliari classificate nella categoria A. L’ulteriore detrazione dovrà essere attivata con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà nella quale siano specificati gli estremi catastali degli immobili e la loro ubicazione da presentare entro il termine del pagamento in acconto


Come infatti hai notato, emerge dalla lettura del regolamento l'impossibilità di presentare successivamente al versamento dell'acconto la richiesta per l'ulteriore detrazione per l'anno in corso. A norma di regolamento comunale tua madre non ha diritto per il 2007 all'ulteriore detrazione poichè non ha presentato entro i termini la documentazione richiesta. Quindi il fatto che tu abbia 5 anni di tempo per presentare la richiesta di rimborso a poco importa: per ottenere rimborso è necessario il diritto ad un credito, diritto che purtroppo nel vostro caso non sussiste.
Detto questo, è comunque possibile che a dicembre riprendano in considerazione l'idea di rimborso (specialmente se l'anno prossimo ci sono le elezioni per il sindaco...), tanto vale provare...

Per inciso, la presentazione della richiesta era già tardiva a luglio: infatti secondo la delibera (di aprile) i termini per la richiesta scadevano entro la metà di giugno. E' certo che è un po'ridicolo prevedere un aiuto economico a soggetti portatori di handicap, e poi negarglielo perchè entro un paio di mesi non si sono attivati per produrre certificazioni che è il comune stesso a fornire (ISEE).
Registrato
ROMINA74
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #5 inserito:: 23 Ottobre 2008, ore 09:54:19 »

Grazie C.A. per la risposta chiarificatrice; sono ovviamente d'accordo con quanto segnalato; molto attenta e precisa è l'osservazione sulle prossime elezioni: in effetti ci saranno nel 2009! In questo caso è probabile che in deroga a tutte le delibere ci saranno rimborsi per tutti! Spero di no anche perchè poi i costi graverebbero cmq su tutti i concittadini. Ma questo è un altro discorso. Grazie ancora.
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #6 inserito:: 23 Ottobre 2008, ore 16:15:37 »

Di niente figurati, e buona fortuna!

ps: non temere, di solito i soldi dei concittadini vengono spesi per lastricare piazze e lucidare i marciapiedi.. i rimborsi ici non sono così visibili Sorriso
Registrato
ROMINA74
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #7 inserito:: 23 Ottobre 2008, ore 18:32:26 »

 Ghigno
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.038 secondi con 18 query.