Il Forum dei Contribuenti
21 Ottobre 2017, ore 06:54:37 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Termini di decadenza avviso accertamento  (Letto 14100 volte)
robertoromag
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 23 Giugno 2008, ore 12:53:45 »

Salve.
Ho ricevuto entro la fine del 2007 gli avvisi di accertamento in rettifica per gli anni 2002 e 2003. Con tali avvisi il Comune mi ha accertato un valore catastale diverso da quello della dichiarazione ICI iniziale (1993): siamo quindi in presenza di una dichiarazione incompleta o infedele.
Ma quali sono i termini di decadenza per tali avvisi?
Se ho letto bene un'altra pagina di questo sito, per il 2002 la decadenza sarebbe il 31/12/2008 e per il 2003 il 02/01/2007 (quindi precedente a quella del 2002?) (http://www.dossier.net/guida/accertamento.htm). E' possibile? E quali sono i riferimenti normativi che fissano tali termini (compresi quelli per un'eventuale proroga)?
Grazie
Roberto, Roma
Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #1 inserito:: 23 Giugno 2008, ore 21:35:11 »

Gli accertamenti in rettifica possono essere notificati (oggi, a norma della finanziaria 2007) entro il 31/12 del quinto anno successivo alla data in cui andava presentata la dichiarazione, o, se la dichiarazione non andava presentata, entro il 31/12 del quinto anno successivo alla data del versamento. (articolo 1 comma 161 legge 296 del 27 dicembre 2006)
La normativa precedente (in vigore quindi nel 2006) è contenuta nel comma 2, articolo 11 del decreto legislativo del 30/12/1992 n. 504, che dispone un termine di notifica (per le stesse casistiche di infedeltà) entro il 31\12 del terzo anno successivo.
Entro, ad esempio, il 31\12 2006 potevano venir accertate le dichiarazioni da presentare nell'anno 2003 relative all'anno d'imposta 2002 (il 2004 è il primo anno successivo, il 2005 il secondo e quindi il 2006 è il terzo).
La finanziaria 2007 sopra citata dice, all'articolo 171, che questo 'allungamento' delle prescrizioni si applica ai provvedimenti 'pendenti' alla data di entrata in vigore della legge (primo gennaio 2007).
Quindi la dichiarazione da presentare nel 2003, relativa all'anno d'imposta 2002, può venir accertata solo entro il 31\12\2006, e non rientra nel novero dei provvedimenti la cui prescrizione viene prorogata a cinque anni.

E questa è la normativa 'generale'.

Era poi prevista già precedentemente la facoltà per i comuni di prorogare a 5 anni la prescrizione di tutti le tipologie di provvedimento (e questa facoltà il comune era tenuto ad esplicitarla nel proprio regolamento), nel qual caso l'infedele 2002 andrebbe in prescrizione il 1\1\2009. Quindi ti consiglio di controllare se nel regolamento in vigore nel 2006 nel tuo comune ci fosse una simile proroga delle prescrizioni; in caso contrario, l'accertamento che hai ricevuto è illegittimo.

PS: vedo adesso che hai firmato "Roma", nel qual caso ho controllato: l'articolo 15 del regolamento 2006 prevede appunto la proroga al 31/12 del quinto anno successivo, nel qual caso è legittima la pretesa dell'accertamento per infedele relativo all'anno d'imposta 2002.
« Ultima modifica: 23 Giugno 2008, ore 21:39:18 da C.A. » Registrato
robertoromag
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« Risposta #2 inserito:: 24 Giugno 2008, ore 21:41:09 »

Grazie infinite C.A.!

Ritengo dunque che l'accertamento sia illegittimo. La dichiarazione infatti non andava presentata, non essendoci stata nessuna variazione dalla dichiarazione "iniziale" del 1993.

Rileggendoti mi sorge tuttavia un dubbio. L'avviso di pagamento è relativo al tributo pagato nel 2003. E' lo stesso? Il termine di notifica è il 31/12/2006?

Il Comune dove è situato l'immobile è Fiumicino (RM), non mi sembra che abbia disposto proroghe, ma controllerò il regolamento.

Grazie di nuovo

Roberto, Roma
« Ultima modifica: 24 Giugno 2008, ore 21:50:12 da robertoromag » Registrato
C.A.
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 305


« Risposta #3 inserito:: 24 Giugno 2008, ore 22:44:53 »

Se la questione è relativa ad un versamento da effettuare nel 2003 allora l'imposta è prescritta se non sussiste obbligo di dichiarazione, mentre è ancora recuperabile se la dichiarazione andava presentata (essendo il termine di tale presentazione luglio 2004, al primo gennaio 2007 l'accertamento è ancora pendente).

Detto questo, relativamente al fatto che nel tuo caso la dichiarazione non andasse presentata, bisognerebbe entrare nel dettaglio; la dichiarazione va presentata nel caso 'intervenga' qualche variazione sulla situazione precedentemente dichiarata che implica una variazione nell'imposta dovuta.
Ti suggerisco di cercare "modello dichiarazione ici 2007" su google, il primo link che trovi ti manda al pdf del modello dell'anno scorso, al cui punto 2 è chiaramente specificato quali sono le casistiche per le quali è dovuta la dichiarazione.

In bocca al lupo Sorriso
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.034 secondi con 18 query.