Il Forum dei Contribuenti
24 Ottobre 2017, ore 00:30:54 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Compilazione bollettino ICI  (Letto 6656 volte)
roge48
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« inserito:: 07 Giugno 2008, ore 14:11:00 »

Mi scuso per la domanda che a molti risulterà banale, ma come deve essere compilato il bollettino ICI? Sono proprietario di un appartamento + relativo box dove abito e di un altro appartamento dato in uso gratuito a mia figlia; nel bollettino cosa deve essere riportato? Il N° di fabbricati deve essere indicato per il totale (3) o solo per quello dato in uso gratuito (1)? Nello spazio relativo all'abitazione principale e relativa pertinenza, deve essere indicato comunque il valore? Utilizzando il foglio di calcolo di "dossier", sembra di dover inserire comunque tutto e non solo la parte riguardante "altri fabbricati"! Sarei infinitamente grato se qualcuno potesse darmi delle indicazioni, magari con degli esempi!!!!
Registrato
luigi78
Iscritto senior
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 46



« Risposta #1 inserito:: 07 Giugno 2008, ore 14:32:21 »

Il numero dei fabbricati da riportare nel bollettino, deve essere quello per i quali si versa l'ICI.
Nel tuo caso, quindi, devi riportare 1 fabbricato, ovvero quello dato in uso gratuito a tua figlia, in quanto sull'appartamento e relativo box, essendo per te abitazione principale con relativa pertinenza, non devi versare nulla (esente ai sensi del Decreto Legge del 27/05/2008 n. 93).
A questo punto però, alla luce del Decreto Legge di cui sopra, può darsi che anche l'appartamento dato in uso gratuito a tua figlia può essere esente dall'ICI. Per stabilre tutto ciò, controlla se il regolamento comunale dell'ICI prevede che l'abitazione data in uso gratuito è assimilata all'abitazione principale; in tal caso, presentando una semplice dichiarazione all'ufficio tributi del Comune, non pagherai l'ICI nemmeno su tale immobile.
Se mi indichi il Comune, posso controllare se il regolamento comunale prevede quanto sopra detto, e quindi darti una più chiara e corretta informazione, Luigi.
Registrato

Luigi
roge48
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« Risposta #2 inserito:: 07 Giugno 2008, ore 15:42:59 »

Gli immobili si trovano nel comune di Roma; ti sono molto grato della risposta!!!!!! Fico
Registrato
luigi78
Iscritto senior
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 46



« Risposta #3 inserito:: 07 Giugno 2008, ore 16:36:41 »

Ho consultato il regolamento dell'ICI del Comune di Roma.
Ebbene, l'art. 11, comma 4, del regolamento, recita:
"Si considerano inoltre abitazioni principali, ai soli fini dell'applicazione della relativa aliquota, i fabbricati concessi in uso gratuito a parenti e affini entro il secondo grado che li utilizzino come abitazione principale....".
Pertanto, avendo concesso l'appartamento in uso gratuito a tua figlia (parente in linea retta di primo grado), anche tale unità immobiliare è esclusa dal pagamento dell'ICI (art. 1, comma 2 del Decreto Legge del 27/05/2008 n. 93), ovviamente a patto che tua figlia risieda in tale appartamento, e che lo stesso non sia classificato con una categoria catastale A/1, A/8 o A/9.
Per una maggiore chiarezza, consulta il seguente link:
http://www.comune.roma.it/was/wps/portal/
Spero ti sia stato di aiuto; comunque per qualsiasi ulteriore chiarimento e/o informazione, non esitare a rivolgermi altre domande. Buona serata, Luigi.
« Ultima modifica: 07 Giugno 2008, ore 16:44:03 da luigi78 » Registrato

Luigi
tippolo
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 10



WWW
« Risposta #4 inserito:: 08 Giugno 2008, ore 21:26:27 »

Ho consultato il regolamento dell'ICI del Comune di Roma.
Ebbene, l'art. 11, comma 4, del regolamento, recita:
"Si considerano inoltre abitazioni principali, ai soli fini dell'applicazione della relativa aliquota, i fabbricati concessi in uso gratuito a parenti e affini entro il secondo grado che li utilizzino come abitazione principale....".

Ciao,
non è che potrebbe influenzare quella parte che ho evidenziato?
Registrato

luigi78
Iscritto senior
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 46



« Risposta #5 inserito:: 09 Giugno 2008, ore 14:08:01 »

La risposta è NO, in quanto il quesito da te proposto è stato esplicitamente chiarito nella RISOLUZIONE N.12/DF del 5 giugno 2008, disposta dal Dipartimento delle Finanze del Ministero che, al paragrafo 4, pag. 4, tra le altre cose, recita le seguenti testuali parole:
"... Nel concetto di “assimilazione” vanno ricomprese tutte le ipotesi in cui il comune,
indipendentemente dalla dizione utilizzata, ha inteso estendere i benefici previsti per le abitazioni
principali.
La disposizione di favore opera indipendentemente dalla circostanza che il comune
abbia assimilato dette abitazioni ai soli fini della detrazione e/o dell’aliquota agevolata, poiché la
norma non effettua alcuna distinzione al riguardo, ma si sofferma esclusivamente sulla scelta
adottata dal comune in ordine all’equiparazione delle unità immobiliari in questione alle abitazioni
principali....
.
Pertanto, sono escluse dall'ICI tutte le abitazioni assimilate a quella principale, indipendentemente dall'applicazione della sola aliquota e/o detrazione.
Spero sia stato chiaro. Buona serata, Luigi.
Registrato

Luigi
roge48
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« Risposta #6 inserito:: 09 Giugno 2008, ore 14:23:45 »

Grazie per le risposte sicuramente esaurienti e altamente professionali!!!! Riuscite a darmi anche una risposta all'altro quesito "Esenzione ici, coniugi non separati"? Ringrazio tutti anticipatamente
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.036 secondi con 18 query.