Il Forum dei Contribuenti
18 Ottobre 2017, ore 11:03:08 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: ICI della coltivatrice diretta in attesa di pensione  (Letto 4212 volte)
Groucho
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« inserito:: 02 Agosto 2007, ore 12:09:47 »

Un saluto a tutti i partecipanti al forum.
Mi occupo della gestione di un ufficio tributi e stavo cercando su internet qualche indicazione per risolvere una questione di cui sono stato investito:
una coltivatrice diretta in pensione ha presentato domanda di rimborso per i versamenti ICI relativi alla propria abitazione e ad un terreno edificabile, effettuati per tre anni dal momento della cessazione dell'attività lavorativa (dopo aver raggiunto i requisiti minimi per l'età pensionabile) per motivi di salute, con conseguente cancellazione dall'elenco comunale, fino al momento in cui le è stato riconosciuto lo stato di quiescenza.
La questione, che si pone solo per l'abitazione, è: posso equiparare, ai soli fini ICI, il periodo trascorso in attesa del collocamento a riposo alla pensione vera e propria o, vista la cancellazione dall'elenco, la signora ha perduto in quel periodo la possibilità di usufruire dell'esenzione per l'abitazione di residenza?
Un grazie anticipato a tutti coloro che vorranno fornirmi un parere.
Groucho
Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #1 inserito:: 09 Agosto 2007, ore 15:39:14 »

Ma nei tre anni in attesa di pensione, la signora giuridicamente che valenza ha? Paga ancora i contributi come agricoltore in attesa di pensionamento oppure ha già chiesto il pensionamento ma questo viene concesso tre anni dopo con pagamento arretrati?
Registrato
Groucho
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« Risposta #2 inserito:: 30 Agosto 2007, ore 12:57:03 »

Innanzi tutto scusa il ritardo con cui ti rispondo, ma per fortuna capita anche a me di avere delle ferie Sorriso.
Tornando a noi, la signora in quei tre anni tra la cessazione dell'attività e l'inizio della quiescenza si è cancellata dall'elenco dei coltivatori e non ha effettuato nessun tipo di versamento, avendo effettivamente smesso di lavorare per problemi di salute, dopo aver raggiunto l'età pensionabile.
Il suo commercialista le ha (giustamente, secondo me) consigliato di pagare l'ici in questo periodo, ma ora la locale sezione della coldiretti l'ha convinta a chiedere il rimborso sostenendo che il periodo passato in attesa dell'erogazione pensionistica, quando se ne hanno i requisiti come in questo caso, deve essere equiparato a quello di effettiva quiescenza e quindi dà diritto all'esenzione ici sull'abitazione.
Attendo pareri e/o consigli, grazie.
Groucho
Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #3 inserito:: 02 Settembre 2007, ore 15:45:40 »

Personalmente procederei con gli accertamenti
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.036 secondi con 18 query.