Il Forum dei Contribuenti
13 Dicembre 2017, ore 19:03:13 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Domanda... tra rendimenti presunti e multe sui pagamenti...  (Letto 6971 volte)
demon
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« inserito:: 14 Giugno 2007, ore 17:23:31 »

1993: dichiarazione ici.
viene scritto una rendita presunta dell'immobile affittato come negozio per circa 4000 euro.

viene pagata quella cifra per alcuni anni, poi con il subentro di un nuovo commercialista la dichiarazione cambia.
diciamo per semplicità che negli ultimi 5 anni nella dichiarazione è presente ciò che risultava dal catasto (magazzino, con rendita più bassa di quella prensuta e destinazione diversa...).

l'ufficio imposte ci contesta tutti i pagamenti degli ultimi 5 anni, basandosi sulla dichiarazione del 1993.



qualche giorno fa il geometra ha fatto un documento DocFa con la nuova rendita e destinazione, che è circa la metà di quella presunta.

il problema è che l'ufficio imposte ci dice che non solo abbiamo pagato di più del dovuto per anni (tranne gli ultimi 5), ma che la rendita giusta decorrerà dal 2008, quindi tutte le contestazioni fatte da loro vanno pagate (con la vecchia rendita presunta! per gli ultimi 5 anni!).


faccio presente che in ogni caso la rendita degli ultimi 5 anni è errata.
Ma la nostra richiesta è quella di pagare la differenza sul valore reale, e non presunto del '93 (chi è poi che presume sto valore?).


spero tanto di poter fare qualcosa... per un errore per il quale pagavamo di più, ci ritroviamo cazziati e mazziati...




in ogni caso grazie mille per il servizio che mettete a disposizione
Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #1 inserito:: 15 Giugno 2007, ore 23:14:02 »

Nel momento in cui il contribuente paga l'immobile con rendita presunta sa di pagare su un qualcosa di aleatorio che potrebbe rivelarsi dopo l'accatastamento superiore od inferiore al dovuto
Nel momento in cui il catasto per la prima volta accatasta l'immobile vanno conguagliati oppure chiesti i rimborsi per tutti gli anni precedenti
 Questo è l'unico caso in cui non esiste prescrizione, se non per il Comune l' obbligo di chiedere la differenza entro il 31.12 dell'anno successivo all'accatastamento definitivo.
Registrato
demon
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« Risposta #2 inserito:: 16 Giugno 2007, ore 12:53:43 »

grazie della risposta Sorriso

cmq

l'accatastamento è stato fatto con un "docfa", ci han detto che risulterà per l'anno prossimo (il catasto si riserva 12 mesi per approvarlo?).

in sostanza quest'anno ci tocca pagare tutto, poi l'anno prossimo chiedere tutti i rimborsi e correzioni dal 93 a oggi?
oppure già con quel valore si può chiedere rimborsi e modifiche alle multe arrivate ultimamente?
Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #3 inserito:: 16 Giugno 2007, ore 14:02:11 »

Per darti una risposta esatta dovrei avere sottomano tutta la situazione e l'incartamento, cosa in un forum impossibile, ma comunque vedrei di proporre ancora un incontro all'ufficio tributi locale e chiedere spiegazioni sul loro modo di procedere
Registrato
demon
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« Risposta #4 inserito:: 16 Giugno 2007, ore 19:15:12 »

grazie ancora, e hai ragione riguardo i documenti che non hai.

già è difficile spiegarmi bene perché è una situazione difficile.


per renderla più facile, poniamo caso che io dal '93 paghi una rendita presunta per un immobile di classe C1: 4000€.
l'immobile dal '93 è ancora accatastato come C2 con 500€ di rendita (ma io pago la presunta).
nel 2007 faccio riaccatastare l'immobile e gli viene assegnata la rendita per C1: 2000€. (nota bene: non è una pratica del '93, lavorata con 14 anni di ritardo, bensì una del tutto nuova).

sono in grado di chiedere i rimborsi (almeno per gli ultimi 5 anni?).
oppure per farlo dovrei dimostrare che in catasto c'è una pratica che si sono persi nel '93? (il primo anno in cui l'immobile è stato affittato come negozio).


spero di aver semplificato la situazione più possibile, infondo non sono rilevanti gli altri errori che avevo descritto.



grazie ancora per l'infinita disponibilità che mi hai dimostrato.

sicuramente dovrò riparlare con l'ufficio tributi, ma otterrò risposta diversa solo se porto qualcosa a sostegno della mia tesi...
non vorrei esagerare, ma chi gestisce le tasse nel mio paese è una società privata, e credo guadagni in % sulle tasse riscosse...
credo per questo siano restii a rimborsi & simili.
« Ultima modifica: 16 Giugno 2007, ore 19:19:16 da demon » Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #5 inserito:: 17 Giugno 2007, ore 22:26:02 »

Il caso e' complesso e senza in mano tutti gli incartamenti potrei consigliarLa in maniera sbagliata e portarla su una strada completamente sbagliata
Ripeto il consiglio di rivolgersi al suo ufficio tributi.
Mi spiace non poterLe essere di maggior aiuto
Registrato
demon
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4


« Risposta #6 inserito:: 17 Giugno 2007, ore 22:35:10 »

grazie lo stesso Triste



penso che piuttosto che andare per l'ennesima volta all'ufficio tributi (che poi è una società privata)
mi rivolgerò a qualcuno competente che mi dia sicurezza nelle azioni che farò (vedi avvocato)

spero che con le varie carte a disposizione si riesca a capirci qualcosa Sorriso


a presto!
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.031 secondi con 18 query.