Il Forum dei Contribuenti
20 Ottobre 2017, ore 23:26:45 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Fabbricati rurali  (Letto 4057 volte)
Coriolanus
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« inserito:: 19 Marzo 2007, ore 08:54:30 »

Un coltivatore diretto in pensione, nel novembre 2002, viene cancellato dagli elenchi previdenziali; ha la partita IVA e la sua impresa agricola risulta iscritta nel registro delle imprese; continua a lavorare in proprio una superficie superiore a 10000 mq; è proprietario di fabbricati rurali, tra cui l'abitazione in cui dimora con la famiglia, censiti nel catasto terreni con rendita zero. Come ci si deve comportare oggi  nei suoi confronti riguardo ai fabbricati rurali? Inutile dire che non ha mai pagato l'ICI su questi immobili.

A) Lasciamo le cose come stanno.
B) Gli comunichiamo che deve far passare i fabbricati al Catasto urbano e una volta ottenuta la rendita iniziamo a fargli pagare l'ICI.
C) Procediamo come al punto B, ma recuperiamo l'ICI dal 2003 con interessi e sanzioni.

Confesso che la lettura del seguente topic mi ha confuso le idee, e già lo erano abbastanza; vi si parla inoltre del decreto Bersani.

 http://www.dossier.net/board/index.php?topic=327.0

Se qualcuno può darmi una mano. Grazie.

PS Gli agricoltori mi riserveranno altre sorprese o casi particolari?

Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #1 inserito:: 19 Marzo 2007, ore 23:14:21 »

Come premessa ,l'agricoltore anche in pensione ha diritto all'esenzione Ici per la casa d'abitazione e relative pertinenze
Per eventuali altri immobili, se l'azienda è regolarmente iscritta ed esiste ancora partita Iva necessariamente i contributi vanno versati e quindi non cambia nulla
Mi sembra molto strana la cancellazione dagli elenchi previdenziali
Registrato
Coriolanus
Iscritto junior
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« Risposta #2 inserito:: 20 Marzo 2007, ore 09:12:35 »

Non posso far altro che confermare quanto scritto: Il soggetto in questione ha ancora la partita IVA e la sua impresa risulta iscritta alla Camera di commercio, ma negli elenchi previdenziali dell'INPS non c'è. Egli stesso ha inoltre confermato che su consiglio della propria associazione di categoria è stato cancellato dai suddetti elenchi una volta raggiunto il settantesimo anno di età; ha anche prodotto la lettera con cui l'INPS confermava la cancellazione avvenuta nel settembre 2002 e divenuta efficace, per l'ambito che qui ci interessa, dal primo gennaio 2003. Imbarazzato
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.039 secondi con 18 query.