Il Forum dei Contribuenti
19 Ottobre 2017, ore 01:54:47 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Terreni edificabili coltivati. Esenti o no???  (Letto 8334 volte)
ra06192fyv
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« inserito:: 25 Dicembre 2006, ore 19:57:07 »

Salve a tutti,
spero che qualcuno di voi sia in grado di risolvere il mio dubbio.
Recentemente mio padre e 2 suoi fratelli cointestatari hanno ricevuto notifica di un accertamento ici relativo a dei terreni agricoli diventati edificabili nel 1999. Nessuno aveva mai fatto alcuna dichiarazione ici prima d'ora. I terreni, pur essendo edificabili, sono stati sempre e sono ancora coltivati e condotti da mio padre, ex coltivatore diretto in pensione. Scorrendo le faq, non sono riuscito a capire se anche un coltivatore diretto in pensione ha diritto all'esenzione se ancora coltiva i suoi terreni. Se si, anche i suoi fratelli cointestatari (ma non coltivatori diretti) possono chiederla?
Vi ringrazio in anticipo.

Auguri di Buon Natale e di un sereno e felice 2007 a tutti.                                                                                                                                                    
Registrato
luke67
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 210


« Risposta #1 inserito:: 25 Dicembre 2006, ore 21:20:46 »

Citazione
Salve a tutti,
spero che qualcuno di voi sia in grado di risolvere il mio dubbio.
Recentemente mio padre e 2 suoi fratelli cointestatari hanno ricevuto notifica di un accertamento ici relativo a dei terreni agricoli diventati edificabili nel 1999. Nessuno aveva mai fatto alcuna dichiarazione ici prima d'ora. I terreni, pur essendo edificabili, sono stati sempre e sono ancora coltivati e condotti da mio padre, ex coltivatore diretto in pensione. Scorrendo le faq, non sono riuscito a capire se anche un coltivatore diretto in pensione ha diritto all'esenzione se ancora coltiva i suoi terreni. Se si, anche i suoi fratelli cointestatari (ma non coltivatori diretti) possono chiederla?
Vi ringrazio in anticipo.

Auguri di Buon Natale e di un sereno e felice 2007 a tutti.
                                                                                                                                                   Per avere diritto all'esenzione del pagamento dei terreni un imprenditore agricolo deve avere ancora tutte le registrazioni , la partita iva, pagare i contributi per malattia, pensione ed infortuni.
Nel caso di pensionamento solitamente questi requisiti vengono meno e quindi si perde il diritto all'esenzione o al pagamento ridotto secondo tabella Ici e quindi l'area fabbricabile va pagata a valore commerciale per tutti i cointestatari Triste                                                                                                                                                    
Registrato
luigi.pagani
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« Risposta #2 inserito:: 05 Gennaio 2007, ore 17:27:13 »

cosa succede quando i terreno sono dati in affitto ad un coltivatore diretto regolarmente iscritto con pagamento alla previdenza ed alle assicurazioni previste dalla legge 9/63??
il proprietario paga l'aliquota ridotta perchè il terreno è sfruttato da un coltivatore diretto oppure paga aliquota piena?
Luigi                                                                                                                                                    
Registrato
fabio
Iscritto senior
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 32


« Risposta #3 inserito:: 05 Gennaio 2007, ore 23:42:24 »

Citazione
cosa succede quando i terreno sono dati in affitto ad un coltivatore diretto regolarmente iscritto con pagamento alla previdenza ed alle assicurazioni previste dalla legge 9/63??
il proprietario paga l'aliquota ridotta perchè il terreno è sfruttato da un coltivatore diretto oppure paga aliquota piena?
Luigi
                                                                                                                                                   Se il terreno è edificabile per poter pagare sul reddito domenicale anziche sul valore venale occorre che il terreno sia POSSEDUTO E CONDOTTO da coltivatore diretto o imprenditore agricolo che abbia tutti i requisiti .

Pertanto se il terreno viene dato in affitto ad un agricoltore questi coltiva sì il terreno ma non ne è proprietario viene cioè a mancare la prima condizione (POSSEDUTO) quindi occorre pagare il terreno come edificabile.
Saluti
Fabio                                                                                                                                                    
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.041 secondi con 18 query.