Il Forum dei Contribuenti
21 Ottobre 2017, ore 06:51:15 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Pagamento ICI a Vani o Metri-Quadri ?  (Letto 6572 volte)
enzomegg
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 02 Agosto 2002, ore 23:08:20 »

Sono in possesso di un Appartamento di 5 Vani situato sullo
Adriatico in Pr. Teramo e pago in base ai Vani (penso).
 Alcuni dicono, „la ICI si paga in metri-quadrati“.
Puo darsi che ci sii differenzia, da Regione a Regione ?
Ringrazio in precedenza per la risposta. Enzo
   
                                                                                                                                           
Registrato
Alex (redazione D.N.)
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29


« Risposta #1 inserito:: 03 Agosto 2002, ore 18:14:39 »

Citazione
Sono in possesso di un Appartamento di 5 Vani situato sullo Adriatico in Pr. Teramo e pago in base ai Vani (penso).
Alcuni dicono "la ICI si paga in metri-quadrati".
Puo darsi che ci sii differenzia, da Regione a Regione ?
Ringrazio in precedenza per la risposta. Enzo


L'Ici si paga sulla base della rendita catastale che viene determinata moltiplicando il numero dei vani per la tariffa d'estimo. La rendita, rivalutata del 5%, va poi moltiplicata per il coefficiente 100, in modo da costituire la base imponibile del suo appartamento. Su questa base si applica l'aliquota deliberata dal Comune per determinare l'imposta da pagare. E' questa la regola generale che viene seguita in ogni Comune. Non esistono quindi differenze fra Regione e Regione. L'unica cosa che varia è la tariffa d'estimo, diversa per ogni Comune.
Alex (redazione Dossier.Net)                                                                                                                                            
Registrato
ccmaomao
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 10


« Risposta #2 inserito:: 05 Agosto 2002, ore 16:56:33 »

Aggiugo all'ottima risposta di Alex che per il calcolo della rendita dei fabbricati si utilizza il numero di vani per la tariffa d'estimo (es. gli A2, A3, ecc.) mentre per altri fabbricati i metri quadrati (es. i C1, C2, ecc.) per la tariffa d'estimo corrispondente, per altri ancora la rendita è attributia dal Catasto è in funzione di altri parametri non strettamente legati alla superficie es. gli immobili di cat. D.
Pertanto, prima devi conoscere che tipo di fabbricato possiedi e in seguito puoi calcolarne la rendita.
Trovata la rendita per calcolare il valore si utilizza il motiplicatore corrispondente al tipo di immobil (100 per gli A2,C6, ecc., 34 per i C1, 50 per i D, e altri ancora) e si rivaluta del 5%.

Ciao                                                                                                                                            
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.034 secondi con 18 query.