Il Forum dei Contribuenti
15 Dicembre 2017, ore 12:03:34 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Quesito sull'imposta IMU  (Letto 3738 volte)
francozinno
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« inserito:: 03 Maggio 2012, ore 12:21:01 »

Premetto che sono un lavoratore dipendente con il coniuge e figlia a carico in quanto mia moglie è casalinga e la figlia di 22 anni è studente.
Io e la moglie abbiamo scelto il regime di separazione dei beni.
Io e la figlia dimoriamo e siamo residenti anche anagraficamente in abitazione di mia esclusiva proprietà, mentre mia moglie dimora ed è residente anche anagraficamente in altra abitazione di sua esclusiva proprietà sempre nell’ambito dello stesso Comune.
Faccio presente che nel mio certificato di stato di famiglia, emesso dal Comune, risulta una famiglia costituita da me e mia figlia; mentre nel certificato di stato di famiglia di mia moglie, emesso dallo stesso Comune, risulta la famiglia costituita da solo mia moglie.
Quale aliquota dell’imposta IMU si applica sulle suddette abitazioni? Sono previste le agevolazioni per abitazione principale su entrambe le abitazioni?
Registrato
cafca
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 88


« Risposta #1 inserito:: 05 Maggio 2012, ore 16:07:09 »

Nel caso prospettato, può considerarsi adibita ad abitazione principale una sola unità immobiliare, cioè quella in cui il genitore (padre) risiede con la figlia, mentre l' abitazione della madre è da ritenersi seconda abitazione e, quindi, soggetta all'aliquota ordinaria dello 0,76%, modificabile dal Comune con un minimo dello 0,46% ed un massimo dell' 1,06%.
Al riguardo, è stato precisato che se i coniugi hanno stabilito residenze diverse, le agevolazioni Imu si potranno applicare una sola volta e per un solo immobile: si tratta di una norma inserita di recente con evidenti finalità antielusive, studiata per contrastare i fenomeni di "doppia residenza" fra i coniugi piuttosto frequenti in regime Ici.
L'aliquota Imu applicabile all'abitazione principale è lo 0,4%, ma il Comune impositore può modificarla - in aumento o in diminuzione - fino a 0,2%. Inoltre, dall'imposta dovuta per l'abitazione principale si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, 200 euro più 50 euro per la figlia di età non superiore a 26 anni.
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.032 secondi con 18 query.