Autore Topic: ICI E EREDITA'  (Letto 4168 volte)

Offline LETIZIALP

  • Nuovo iscritto
  • *
  • Post: 1
ICI E EREDITA'
« il: 02 Maggio 2012, ore 14:31:47 »
SONO DISPERATA PERCHE' IO E LE MIE SORELLE NON ABBIAMO PAGATO L'ICI DA LUGLIO 2010 (ANNO IN CUI E' MANCATA MIA NONNA CHE CI HA LASCIATO LA CASA) COME FARE? HO VISTO CHE POTEVAMO PAGARE CON IL RAVVEDIMENTO OPEROSO MA SIAMO FUORI TEMPO MASSIMO E' COSI? LA RENDITA DELLA CASA E' DI 1.071,02 QUANTO DOVREMO PAGARE? GRAZIE PER L'AIUTO

Offline cafca

  • Iscritto super
  • *****
  • Post: 88
Re: ICI E EREDITA'
« Risposta #1 il: 05 Maggio 2012, ore 16:10:27 »
Non potendo più utilizzare, per decorrenza dei termini, il ravvedimento operoso per pagare l'Ici omessa nel 2010, possono chiedere al Comune un accertamento con adesione per ridurre sensibilmente le sanzioni di legge. Ai fini dell'Imu, avendo scarse informazioni sul numero delle sorelle eredi della casa lasciata dalla defunta nonna, azzardo alcune ipotesi di calcolo per l'anno 2012.

Se le sorelle sono tre, ma solo una utilizza la casa ereditata come abitazione principale, per l'acconto Imu dovrà pagare 119,95 euro, così ottenuti:

1/3 rendita catastale = 1.071,02 : 3 = 357
357 x 1,05 x 160 : 100 x 0,40 = 239,90
239,90 : 2  = 119,95 (acconto da versare entro il 18 giugno)

Se il Comune impositore porterà l'aliquota ridotta allo 0,6% (aumentandola dello 0,2%), con il saldo di dicembre si dovranno rifare i conti e pagare la differenza sull'acconto versato a giugno:

357 x 1,05 x 160 : 100 x 0,60 = 359,86
359,86 - 200 = 159,86 (Imu dovuta per l'intero anno 2012)
159,86 - 119,95 = 39,91 (saldo di dicembre)

Qualora siano due le sorelle che utilizzano la casa della nonna come abitazione principale, la detrazione ordinaria d'imposta di 200 euro sarà tra loro suddivisa in parti uguali, e quindi si avrà, per ognuna di esse, lo stesso acconto di 119,95 euro a giugno, e il seguente versamento con il conguaglio di dicembre:

359,86 - 100 = 259,86 (Imu dovuta per l'intero anno 2012)
259,86 - 119,95 = 139,91 (saldo di dicembre)

La sorella non residente nella casa ereditata, invece, pagherà l'imposta con l'aliquota ordinaria dello 0,76%, che il Comune impositore può variare (in più o in meno) dello 0,3%, vale a dire dallo 0,46% all'1,06%.
Quindi, pagherà in acconto:

357 x 1,05 x 160 : 100 x 0,76 = 455,82
455,82 : 2 = 227,91 (acconto di giugno)

Se il Comune impositore porterà l'aliquota all'1,06%, si dovrà fare il conguaglio con l'acconto di giugno, in questo modo:

357 x 1,05 x 160 : 100 x 1,06 = 635,75 (imposta dovuta per l'intero anno 2012)
635,75 - 227,91 = 407,84 (saldo di dicembre).

Spero di essere stato chiaro.