Il Forum dei Contribuenti
24 Ottobre 2017, ore 00:22:01 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: abitazione principale o no?!  (Letto 3540 volte)
beppepc
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 17 Aprile 2012, ore 13:40:36 »

ciao a tutti, volevo un vostro parere sulla questione prima casa o no.
riassumo:
dal maggio 2009 ho spostato la residenza in altra provincia a casa di mia moglie e figli (separazione dei beni casa sua al 100%) posseggo tutt'ora e ci dormo almeno 3 notti a settimana nel mio bilocale in provincia di Milano con regolari bollette a mio nome e sede di lavoro a Milano.

Ho speranza che il mio piccolo bilocale possa continuare ad assere considerato mia prima casa o devo pagare anche le ICI arretrate dal 2009 ad oggi come seconda casa, in questo caso da dove comincio  Indeciso

grazie
Registrato
cafca
Iscritto super
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 88


« Risposta #1 inserito:: 19 Aprile 2012, ore 18:23:11 »

Ai fini dell'Imu l'articolo 13, comma 2, secondo periodo, del decreto legge 201/2011 (convertito dalla legge 214/2011) ha definito l'abitazione principale come "l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente".
Nel caso in esame, sembrano rispettate tutte le condizioni, per cui sua moglie può accedere al trattamento agevolato previsto per l'abitazione principale. Tale trattamento agevolato consiste nell'applicazione dell'aliquota ridotta pari allo 0,4% (modificabile in più o in meno sino a 0,2% da parte dei Comuni), della detrazione d'imposta di 200 euro e della maggiorazione della detrazione di 50 euro per ogni figlio convivente di età non superiore a 26 anni.
Per quanto riguarda la sua posizione, invece, non sembra rispettata la previsione di legge: lei non dimora abitualmente (dorme almeno 3 notti a settimana) nel bilocale in provincia di Milano e, forse, non risiede anagraficamente nel Comune sede di lavoro. Ne consegue, quindi, che il bilocale in provincia di Milano non può considerarsi abitazione principale, ma è seconda casa sottoposta a tassazione in misura ordinaria (aliquota dello 0,76%).
Per il pagamento dell'Ici non pagata dal 2009 ad oggi dovrà, probabilmente, attendere un accertamento d'ufficio del Comune impositore competente.
Registrato
beppepc
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« Risposta #2 inserito:: 21 Aprile 2012, ore 11:29:11 »

Grazie per la R.
in questi giorni ho chiamato anche in Comune, il quale conferma tutto, chiede anche in 30% per gli anni 2009 e 2010 (o se voglio aspettare le cartelle, ma a qual'uopo?), per omessa qualcosa,  mi dice che posso "ravvedermi" per il 2011 e pagare sanzione ridotta del 3,75% oltre gli interessi.

Scopro anche che devo andare ad informarmi per pagare la nettezza urbana, ai quali loro avevano comunicato il cambio di residenza e quindi non mi era stato spedito piu nessun bollettino.

Questa mia distrazione mi costera oltre 1000euro,  bene è piena colpa mia,  ma loro un stralcio di avviso potevano anche mandarlo;  "al servizio del cittano".
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.037 secondi con 18 query.