Il Forum dei Contribuenti
12 Dicembre 2017, ore 19:50:39 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: DETRAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE  (Letto 5565 volte)
MARCO
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3


« inserito:: 17 Luglio 2002, ore 10:12:41 »

Buongiorno,sono un professionista che ha appena acquistato(corrente mese)un appartamento classato uso abitazione.Ho intenzione di adibirlo oltre che ad abitazione principale anche come studio per la mia attivita'.Come debbo comportarmi per cio' che concerne l'Ici ?
La casa e' cointestata al 50% con mia moglie,il mio commercialista mi ha detto che per mia moglie il suo 50% e' abitazione principale con relativa detrazione,per me solo il 25% e' da considerare abit.principale con annessa detrazione mentre l'altro 25% va tassato ai fini Ici con l'aliquota ordinaria.Francamente non ci ho capito un bel nulla,praticamente potrei da un lato perdere per incapienza una quota di detr.ab.pr.sul primo 25% e pagare piu' Ici sull'altro 25%.
LANCIO UN AUTENTICO SOS A CHI VOLESSE AIUTARMI A FARE CHIAREZZA                                                                                                                                              
Registrato
ccmaomao
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 10


« Risposta #1 inserito:: 17 Luglio 2002, ore 10:29:14 »

A mia opinione dovresti avere una corrispondenza catasto-stato di fatto, ciò significa:
riaccatastare l'immobile dividendolo in 2 subalterni:
uno adibito ad abitazione principale da entrambi i coniugi al 50%(con la normale disciplina dell'abitazione principale)
uno accatastandolo come A10 Uffici e studi privati (ovviamente intestato ad entrambi) e sul quale pagare l'ICI come unità immobiliare a se stante al 50% da entrambi.

Ipotizzare che il 50% di sua moglie sia solo quello da lei utilizzato è un pò forzato, essendo lei propietaria indivisa di tutto l'immobile.

La mia soluzione comunque presuppone una certa separazione tra zona abitativa e studio.                                                                                                                                            
Registrato
MARCO
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3


« Risposta #2 inserito:: 18 Luglio 2002, ore 18:16:40 »

Ringrazio per la cortese risposta ma pongo un quesito:questo nuovo accatastamento e' obbligatorio e quanto mi verrebbe a costare ?Lancio un appello ai professionisti che hanno lo studio sito nella propria abitazione perche' mi facciano sapere come si regolano                                                                                                                                            
Registrato
MARCO
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3


« Risposta #3 inserito:: 18 Luglio 2002, ore 18:17:29 »

Ringrazio per la cortese risposta ma pongo un quesito:questo nuovo accatastamento e' obbligatorio e quanto mi verrebbe a costare ?Lancio un appello ai professionisti che hanno lo studio sito nella propria abitazione perche' mi facciano sapere come si regolano                                                                                                                                            
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.032 secondi con 18 query.