Il Forum dei Contribuenti
16 Dicembre 2017, ore 13:10:45 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: TALI PROVIDER NON INOLTRANO IL MESSAGGIO AUTOMATICO CONTENENTE LA PASSWORD.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: 2 immobili cointestati con moglie  (Letto 3774 volte)
jerome
Nuovo iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserito:: 21 Giugno 2011, ore 12:25:44 »

Salve!
Ho due immobili intestati con mia moglie; per motivi di salute ho trasferito la mia residenza in paese.
Nel primo immobile, in città, vive mia moglie con due figli ed hanno la residenza; all'altro vivo da solo ed ho la residenza.Anche quest'anno l'ICI non si paga.Ai fini dell'imposta devo pagare il 50% o no per l'altro immobile in città.Se affermativo,  posso cedere ad uno o a tutti e due i figli la quota mia relativa dichiarandolo al Comune della città?.Grazie anticipatamente
Registrato
silver shadow
Iscritto attivo
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 20


« Risposta #1 inserito:: 23 Giugno 2011, ore 19:47:30 »

sarebbe meglio che la moglie prendesse la residenza con lei, così da lasciare solo i figli in città e se previsto dal regolamento comunale concedere l'immobile in uso gratuito a uno di loro così da avere l'esenzione per l'ICI

Con la sentenza n.14389 del 15/06/2010 la Cassazione ha chiarito che non ha diritto all'agevolazione ICI prima casa il contribuente che dimora in un'abitazione mentre moglie e figlio dimorano in un'altra.
Con la sentenza la Cassazione ha sancito che «l'interpretazione rigorosa, quindi, deve sorreggere anche quella relativa all' ultimo inciso dell' art. 8, secondo comma detto il quale, come noto, dispone che per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale, e i suoi familiari dimorano abitualmente». In base a tale disposizione, deve essere ritenuta abitazione principale soltanto se nella stessa «dimorano abitualmente» sia il «contribuente» che i «suoi familiari».

visto quanto sopra l'ufficio tributi può addirittura togliere l'esenzione ad entrambi
tutto questo a meno che non ci sia una frattura nel rapporto di convivenza sancita da un omologa di separazione o addirittura un divorzio.

Poi bisogna vedere la severità nell'applicazione della giurisprudenza da parte dell' ufficio tributi!

Comunque nel suo caso se la moglie prende la residenza con lei e può fare la dichiarazione di uso gratuito ai figli il problema non si pone
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.031 secondi con 18 query.