Il Forum dei Contribuenti
21 Febbraio 2018, ore 07:40:57 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 2 [3] 4 5 6 7 8 9 10
 21 
 inserito:: 14 Luglio 2014, ore 17:45:58 
Aperta da italiano straniero - Ultimo messaggio da Maxbeat
Salve, ho appena letto questa discussione e mi farebbe piacere sapere se c'e` stata una evoluzione delle cose dall'ultima risposta, per esempio qualcuno si e` presentato davanti ad un giudice, un emendamento ha preso luogo, oppure nulla e` cambiato legalmente?

 22 
 inserito:: 16 Giugno 2014, ore 16:15:04 
Aperta da william - Ultimo messaggio da william
Salve a tutti, mi servirebbe un consiglio... dopo svariati anni di ici/imu pagata, qualcuno mi ha detto che ho sbagliato a versare il tributo IMU, ma andiamo con ordine : i miei genitori, circa 30 anni fa, hanno acquistato un appartamento a Roma intestandolo a me e mio fratello in parti uguali e tenendosi l'usufrutto, senza che sull'atto notarile ci fosse specificato il "diritto d'accrescimento d'usufrutto". Nel 1998 mio padre viene a mancare. Il commercialista di mia madre le disse che la quota di usufrutto paterno (il 50%) è passata ai figli, e da allora paghiamo per il 25% di proprietà usufruttuaria ognuno, mentre il rimanente 25% è nuda proprietà. Mia madre abita in quell'appartamento da sola, mentre io e mio fratello in altro domicilio, quindi quel 25% è considerato seconda casa. Il fatto è che alcuni professionisti da me consultati dicono che alla morte del padre il diritto di abitazione/usufrutto passa automaticamente al coniuge superstite, altri invece che in mancanza di specifica dicitura sul rogito di compravendita la quota paterna di usufrutto vada agli altri eredi e quindi è giusto così. Avete un suggerimento per capire chi dice il vero ??

 23 
 inserito:: 06 Giugno 2014, ore 13:10:18 
Aperta da Seabattle - Ultimo messaggio da Seabattle
Possiedo una quota di proprietà di un box acquistato dai miei genitori unitamente alla loro abitazione. Si tratta però del loro secondo box (il primo è di pertinenza all'appartamento) quindi sino ad ora sono sempre state pagate le varie ICI, IMU ecc. in quanto considerato come altra proprietà. Poiché io abito nello stesso stabile posso considerare che il box è di pertinenza alla mia abitazione (in realtà il box lo uso io e come detto ne sono in parte proprietaria) e quindi non pagare l'IMU?

 24 
 inserito:: 24 Febbraio 2014, ore 18:42:57 
Aperta da serlancillotto - Ultimo messaggio da serlancillotto
Il Comune di Iglesias, con atto di accertamento notificatomi entro fine 2011, atto che a norma dell'art.74 legge 342/2000 vale notifica,            
mi comunicava che l'Agenzia Territorio aveva provveduto a riclassificare il mio immobile - prima casa .- da A/2 ad A/1                              
con triplicazione della rendita da € 603,22 ad €1874,74; mi veniva pertanto richiesto il versamento della differenza di ICI e, solo per il 2006, maggiorazione per sanzioni ed unteressi                              
Poiché l' Agenzia Territorio non mi aveva notificato alcuna variazione, mentre pagavo quanto richiesto per il 2007, facevo istanza di revisione in autotutela per il 2006,                               
istanza intesa ad annullare la richiesta di sanzioni ed interessi;  istanza che veniva accolta e conseguentemente pagavo la sola differenza di imposta.                              
Nel 2008 veniva abolita l' ICI e quindi dal 2008 e fino al 2011 non l' ho pagata, ignorando, per mancata notifica, che la mia casa fosse stata riclassificata A/1                               
e quindi ancora soggetta ad imposta                              
Ora il Comune, con Avviso di Accertamento notificatomi nel dicembre 2013, mi chiede il versamento dell'ICI per gli anni 2008 (solo imposta), 2009 e 2010 (con sanzioni ed interessi)                              
Mentre ho pagato per il 2008, chiedo se è corretta la richiesta di sanzioni ed interessi per i due anni successivi; è vero che l'art.74 della 342/2000 esclude questa possibilità                               
esplicitamente per le variazioni di rendita, ma in buona sostanza la variazione di rendita imponibile c'è stata perché è passata da zero come prima casa a 1874,74                              
Non è applicabile almeno l'art.10 comma 2 della legge 212/2000 "Statuto del Contribuente", Dove si stabilisce che "Non sono irrogate sanzioni né interessi moratori al
contribuente, ………., qualora il suo comportamento risulti posto in essere a seguito di fatti direttamente conseguenti a ritardi, omissioni od errori dell'amministrazione stessa"?
Nel mio caso il mio comportamento (non aver pagato l'imposta ) è dovuto all' omisssione della  notifica da parte dell'Agenzia Territorio" della riclassficazione della casa in A/1, cosa che pertanto ignoravo.

 25 
 inserito:: 29 Gennaio 2014, ore 22:37:20 
Aperta da Marko74 - Ultimo messaggio da Carlo82jb
Salve, credo di avere un problema analogo.
Ho ricevuto la richiesta del pagamento di ici su un immobile per il periodo da ott 2008 (quando ho effettuato l'acquisto con le agevolazioni per la prima casa) a ott 2009 (anno in cui, una volta sposato, ho trasferito la residenza).

Nel periodo successivo l'acquisto non ho fruito dell'immobile per i lavori di ristrutturazione.

Ho le caratteristiche per rientrare nelle categorie di esenzione? Se si', di che documentazione ho bisogno per presentare il ricorso?

Grazie!

 26 
 inserito:: 21 Gennaio 2014, ore 22:28:49 
Aperta da regina - Ultimo messaggio da rr76
Salve anch'io come Regina ho un problema simile,sulla notifica,nello specifico mi preme capire se la notifica fatta tramite raccomandata  per l'accertamento di mancato versamento I.C.I.anno 2008 spedita il 31/12/2013, ma ricevuta il 09/01/2014 è valida,e se eventualmente è contestabile.
Grazie mille
Rosy

 27 
 inserito:: 12 Gennaio 2014, ore 23:49:28 
Aperta da Pit - Ultimo messaggio da Pit
Salve a tutti, son di fresco iscritto ed ho un quesito da porre sul tema di accertamento ICI 2008 per l'omesso versamento dell'imposta gravante sull'area fabbricabile ZONA B (cito la caratteristica dell'immobile attribuita dal mio comune di residenza e denunciata come tale nel GENNAIO 2001)...ed aimè ad oggi o meglio a ieri ancora così registrata in anagrafica tributaria del comune  Pianto.
Ho ricevuto l'avviso di accertamento per omesso versamento di imposta ICI 2008 come sopra scritto e contestuale sanzione in data 27/12/2013.
Io ho sempre pagato l'imposta ICI: come area fabbricabile notificata con dichiarazione nell'anno 2000;
nel 2001 con primo versamento in acconto come area fabbricabile e con secondo versamento (a saldo) con variazione ad abitazione principale ovvero una quota come area fabbricabile e la restante come abitazione principale;
dal 2002 fino al 2007 altresì risultano tutti i versamenti eseguiti regolarmente a regime ICI abitazione principale. Dal 2008 ad oggi silenzio totale...
Considerando che tutti i versamenti venivano presentati in sede di dichiarazione del reddito e che nell'anno 2008 tale imposta è stata inserita nella stessa...come è possibile che ora io debba pagare l'ICI per "area fabbricabile ZONA B" della mia abitazione in cui ho dimora abituale dal 2001? in cui ho residenza anagrafica dal 2001? di cui pago i servizi (acqua potabile, energia, rifiuti...)sempre dal 2001?Che?!???...... come posso contestare tale "accertamento"Che?!?
Recatomi presso l'ufficio tributi del mio comune per contestare verbalmente tale "omissione" convinto ci fosse stato un'errore di attribuzione scopro invece che non risulta computata la variazione in anagrafica tributaria dello stesso comune.... Imbarazzato Indeciso Pianto disarmante!!!....e ora?Che?!?

 28 
 inserito:: 12 Gennaio 2014, ore 23:47:31 
Aperta da Pit - Ultimo messaggio da Pit
Salve a tutti, son di fresco iscritto ed ho un quesito da porre sul tema di accertamento ICI 2008 per l'omesso versamento dell'imposta gravante sull'area fabbricabile ZONA B (cito la caratteristica dell'immobile attribuita dal mio comune di residenza e denunciata come tale nel GENNAIO 2001)...ed aimè ad oggi o meglio a ieri ancora così registrata in anagrafica tributaria del comune  Pianto.
Ho ricevuto l'avviso di accertamento per omesso versamento di imposta ICI 2008 come sopra scritto e contestuale sanzione in data 27/12/2013.
Io ho sempre pagato l'imposta ICI: come area fabbricabile notificata con dichiarazione nell'anno 2000;
nel 2001 con primo versamento in acconto come area fabbricabile e con secondo versamento (a saldo) con variazione ad abitazione principale ovvero una quota come area fabbricabile e la restante come abitazione principale;
dal 2002 fino al 2007 altresì risultano tutti i versamenti eseguiti regolarmente a regime ICI abitazione principale. Dal 2008 ad oggi silenzio totale...
Considerando che tutti i versamenti venivano presentati in sede di dichiarazione del reddito e che nell'anno 2008 tale imposta è stata inserita nella stessa...come è possibile che ora io debba pagare l'ICI per "area fabbricabile ZONA B" della mia abitazione in cui ho dimora abituale dal 2001? in cui ho residenza anagrafica dal 2001? di cui pago i servizi (acqua potabile, energia, rifiuti...)sempre dal 2001?Che?!???...... come posso contestare tale "accertamento"Che?!?
Recatomi presso l'ufficio tributi del mio comune per contestare verbalmente tale "omissione" convinto ci fosse stato un'errore di attribuzione scopro invece che non risulta computata la variazione in anagrafica tributaria dello stesso comune.... Imbarazzato Indeciso Pianto disarmante!!!....e ora?Che?!?  

 29 
 inserito:: 12 Gennaio 2014, ore 21:21:41 
Aperta da regina - Ultimo messaggio da francyman8
La scrittura andava fatta per l'usufrutto ma per il comodato che non è una scrittura che il codice civile prescrive di registrare. Tanti comuni, comunque, chiedono la registrazione. Devi scaricare il regolamento comunale, verificare se è previsto il comodato e fare istanza al comune (senza togliere fuori il fatto della registrazione) chiedendo di essere sanzionata solo per l'omessa denuncia che sono 52 euro (per questo ti chiedevo le cifre). L'operato del comune sulla notifica, secondo me (la giurisprudenza è alterna), è corretto, ma puoi usare quest'ultima questione per far leva sull'ufficio tributi ad accettare la tua richiesta ed evitare un contenzioso. Se hai bisogno, puoi contattarmi in privato. Ciao.

 30 
 inserito:: 12 Gennaio 2014, ore 20:45:17 
Aperta da regina - Ultimo messaggio da regina
Ciao francyman8,
grazie del tuo gentile interessamento al mio problema, Ti illustro il Documento in mio possesso.         
        TITOLO: SCRITTURA PRIVATA A COSTITUZIONE USUFRUTTO SU PORZIONE DI IMMOBILE.
il giorno 15/12/1997 tra i Sigg.ri: 
- Nnnnnn Nnnnnnn nato a Xxxxxxx il XX/XX/1958, residente a Stresa (VB) in via Nnnnnnnnnnnnnnnnn
n. 10, c.f. XXXXXXXXXXXXXXXX,
- Nnnnnn Nnnnnnn nato a Xxxxxxx il XX/XX/1930, residente a Stresa (VB) in via Nnnnnnnnnnnnnnnnnn n. 10, c.f. XXXXXXXXXXXXXXXXX,
- Nnnnnn  Nnnnnnn nata ad Xxxxxx il XX/XX/1931, residente a Stresa (VB) in via Nnnnnnnnnnnnnnnnn
n. 10
premesso:
che il sig. Gxxxxxxxx Gxxxxxxx , figlio dei coniugi Gxxxxxxxx Axxxxx e Sxxxxxxxa Rxxxxxxxx, ha edificato in Stresa al mappale XXX foglio XX un fabbricato residenziale composto da due alloggi, uno a p. terra e uno a piano primo, oltre al cantinato (inervento autorizzato con C.E. n° XX/XX del XX/X/XX e successive varianti);
- che il sig. Gxxxxxxxx Gxxxxxxxx ha fruito, per l'edificazione del fabbricato suddetto, di un consistente aiuto economico dai genitori;
- che in ragione di quanto sopra viene convenuto in luogo della restituzione dell'aiuto economico ricevuto del quale il sig. Gxxxxxxxxx Gxxxxxxxx con animo riconoscente ringrazia, di provvedere alla costituzione di usufrutto vita naturaldurante a favore, disgiuntamente, dei genitori sigg.ri Gxxxxxxxxx Axxxxxxxxx e Sxxxxxxxxxxx Rxxxxxxxxx, ai sensi art. 987 del Codice civile, con divieto di cessione del diritto da parte di entrambi gli usufruttuari a norma dell'art. 980 su parte del fabbricato sopra indicato;
                                          ciò premesso
gli intervenuti attestano ed approvano espressamente le argomentazioni e conclusioni in premessa e pertanto il sig. Gxxxxxxxxx Gxxxxxxxxx costituisce formalmente usufrutto-non cedibile a terzi - vita natural durante sull'appartamento posto al piano terra del fabbricato suddetto, nonché su metà del piano cantinato ad uso ripostiglio e cantinato a favore dei genitori sigg.ri Gxxxxxxxxxx Axxxxxxxxxxx e Sxxxxxxxxx Rxxxxxxxxx, che accettano, specificando che il diritto non verrà meno all'un genitore allorché dovesse mancare l'altro.
Letto, confermato e sottoscritto
                                                                              LE PARTI
                                                           seguono firme mie e dei miei genitori

Come già ho illustrato nella mia precedente intervento nel forum questo documento non è stato registrato ne all'Ufficio Del Registro ne da un Notaio.
Spero la mia esposizione sia esaustiva, ti ringrazio anticipatamente e ti porgo cordiali saluti

Pagine: 1 2 [3] 4 5 6 7 8 9 10
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.036 secondi con 16 query.