Il Forum dei Contribuenti
23 Novembre 2017, ore 11:01:57 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: ATTENZIONE: PER REGISTRARVI NON UTILIZZATE EVENTUALI EMAIL DI TISCALI O HOTMAIL.
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 8 9 10
 11 
 inserito:: 22 Gennaio 2015, ore 16:34:05 
Aperta da LucioM - Ultimo messaggio da LucioM
Pur avendo cercato in vari siti non riesco a capire come si effettua il calcolo dell'IMU per i terreni agricoli a conduzione diretta ed ho bisogno di spiegarla ad altri. L'unica cosa chiara è che vi sono più modalità di calcolo che purtroppo portano a calcoli di imposta diversi. Se qualcuno è in grado di fornire chiarimenti dettagliatamente chiari è ringraziato.
L'esempio da prendere in considerazione è quello di un contribuente con più terreni e percentuali di possesso diverse come ad esempio:
Reddito dominicale 108,00 possesso 50%
Reddito dominicale 71,00 possesso 25%
Reddito dominicale 28,00 possesso 25%
Reddito dominicale 173,00 possesso 50%
Reddito dominicale 251,00 possesso 8%

 12 
 inserito:: 07 Gennaio 2015, ore 12:04:05 
Aperta da Mau - Ultimo messaggio da Mau
Buongiorno a tutti,
Ecco il mio quesito:
Ho una abitazione di mia proprietà in Italia dove abita la mia famiglia, io lavoro all'estero e sto spostando la mia residenza all'estero. Potrò ancora usufruire delle agevolazioni prima casa per il pagamento dell'IMU o TARSU ?
Grazie
Mau

 13 
 inserito:: 01 Dicembre 2014, ore 14:13:01 
Aperta da toninotoner - Ultimo messaggio da toninotoner
buongiorno a tutti
sto vendendo casa, abbiamo già firmato il preliminare.
non ho pagato l'imu negli ultimi 2 anni per vari motivi e forse la pagherò più avanti....

ora, mi dicono che per vendere l'immobile l'imu dev'essere saldata altrimenti il notaio non conclude l'atto..
è vero? ne sapete niente? o basta aggiungere due righe in cui si fa presente che sino alla data X imposte e tasse sono a carico del venditore e poi del compratore???

ringrazio!!

 14 
 inserito:: 01 Dicembre 2014, ore 12:09:50 
Aperta da DECISO - Ultimo messaggio da DECISO
Sono separato e possiedo il 50% di una casa assegnata alla mia ex moglie che vi risiede con mio figlio. Ora risiedo in un Comune diverso. La casa in cui vive la mia ex moglie prevede una pertinenza (box 28mq) di cui anche io sono in possesso al 50% come dichiarato sul 730. Lei paga l'IMU sulla casa come previsto per legge ma ora pretende che io debba pagare l''IMU sul box. Vorrei sapere se e come eventualmente deve essere divisa la nuova imposta IMU tra noi.





 15 
 inserito:: 04 Settembre 2014, ore 09:01:35 
Aperta da aghi68 - Ultimo messaggio da SANPRISCO
Al comune per fare l'allaccio dell'acqua, tra le altre cose, mi hanno chiesto il contratto di locazione regolarmente registrato. E' obbligatorio oppure posso presentare una scrittura privata? 

 16 
 inserito:: 27 Agosto 2014, ore 13:43:11 
Aperta da 3giu3cas - Ultimo messaggio da 3giu3cas
Buona giornata a tutti,
mio figlio è un funzionario della GdF e per problemi riguardanti la tipologia di lavoro da lui svolta risiede in un comune ed opera in un comune diverso. L'abitazione di residenza è la prima ed unica. Ho letto che il D.L.102 del 31-8-2013, successivamente convertito in legge, specificava che un militare in una situazione tipo quella di mio figlio poteva considerare l'abitazione di sua proprietà come abitazione principale pur avendo un domicilio diverso e che l'obbligo di presentare una dichiarazione in tal senso doveva essere presentata al comune di residenza entro il 30-6-2014. ovviamente tale dichiarazione non è stata presentata entro il 30-6-2014 poichè solo ora ho letto di tale possibilità. Indeciso
La domanda: il fatto di non aver presentato  la dichiarazione entro il 30-6-2014 cosa ha comportato???
Grazie a chi mi presta l'attenzione Occhiolino

 17 
 inserito:: 14 Luglio 2014, ore 17:45:58 
Aperta da italiano straniero - Ultimo messaggio da Maxbeat
Salve, ho appena letto questa discussione e mi farebbe piacere sapere se c'e` stata una evoluzione delle cose dall'ultima risposta, per esempio qualcuno si e` presentato davanti ad un giudice, un emendamento ha preso luogo, oppure nulla e` cambiato legalmente?

 18 
 inserito:: 16 Giugno 2014, ore 16:15:04 
Aperta da william - Ultimo messaggio da william
Salve a tutti, mi servirebbe un consiglio... dopo svariati anni di ici/imu pagata, qualcuno mi ha detto che ho sbagliato a versare il tributo IMU, ma andiamo con ordine : i miei genitori, circa 30 anni fa, hanno acquistato un appartamento a Roma intestandolo a me e mio fratello in parti uguali e tenendosi l'usufrutto, senza che sull'atto notarile ci fosse specificato il "diritto d'accrescimento d'usufrutto". Nel 1998 mio padre viene a mancare. Il commercialista di mia madre le disse che la quota di usufrutto paterno (il 50%) è passata ai figli, e da allora paghiamo per il 25% di proprietà usufruttuaria ognuno, mentre il rimanente 25% è nuda proprietà. Mia madre abita in quell'appartamento da sola, mentre io e mio fratello in altro domicilio, quindi quel 25% è considerato seconda casa. Il fatto è che alcuni professionisti da me consultati dicono che alla morte del padre il diritto di abitazione/usufrutto passa automaticamente al coniuge superstite, altri invece che in mancanza di specifica dicitura sul rogito di compravendita la quota paterna di usufrutto vada agli altri eredi e quindi è giusto così. Avete un suggerimento per capire chi dice il vero ??

 19 
 inserito:: 06 Giugno 2014, ore 13:10:18 
Aperta da Seabattle - Ultimo messaggio da Seabattle
Possiedo una quota di proprietà di un box acquistato dai miei genitori unitamente alla loro abitazione. Si tratta però del loro secondo box (il primo è di pertinenza all'appartamento) quindi sino ad ora sono sempre state pagate le varie ICI, IMU ecc. in quanto considerato come altra proprietà. Poiché io abito nello stesso stabile posso considerare che il box è di pertinenza alla mia abitazione (in realtà il box lo uso io e come detto ne sono in parte proprietaria) e quindi non pagare l'IMU?

 20 
 inserito:: 24 Febbraio 2014, ore 18:42:57 
Aperta da serlancillotto - Ultimo messaggio da serlancillotto
Il Comune di Iglesias, con atto di accertamento notificatomi entro fine 2011, atto che a norma dell'art.74 legge 342/2000 vale notifica,            
mi comunicava che l'Agenzia Territorio aveva provveduto a riclassificare il mio immobile - prima casa .- da A/2 ad A/1                              
con triplicazione della rendita da € 603,22 ad €1874,74; mi veniva pertanto richiesto il versamento della differenza di ICI e, solo per il 2006, maggiorazione per sanzioni ed unteressi                              
Poiché l' Agenzia Territorio non mi aveva notificato alcuna variazione, mentre pagavo quanto richiesto per il 2007, facevo istanza di revisione in autotutela per il 2006,                               
istanza intesa ad annullare la richiesta di sanzioni ed interessi;  istanza che veniva accolta e conseguentemente pagavo la sola differenza di imposta.                              
Nel 2008 veniva abolita l' ICI e quindi dal 2008 e fino al 2011 non l' ho pagata, ignorando, per mancata notifica, che la mia casa fosse stata riclassificata A/1                               
e quindi ancora soggetta ad imposta                              
Ora il Comune, con Avviso di Accertamento notificatomi nel dicembre 2013, mi chiede il versamento dell'ICI per gli anni 2008 (solo imposta), 2009 e 2010 (con sanzioni ed interessi)                              
Mentre ho pagato per il 2008, chiedo se è corretta la richiesta di sanzioni ed interessi per i due anni successivi; è vero che l'art.74 della 342/2000 esclude questa possibilità                               
esplicitamente per le variazioni di rendita, ma in buona sostanza la variazione di rendita imponibile c'è stata perché è passata da zero come prima casa a 1874,74                              
Non è applicabile almeno l'art.10 comma 2 della legge 212/2000 "Statuto del Contribuente", Dove si stabilisce che "Non sono irrogate sanzioni né interessi moratori al
contribuente, ………., qualora il suo comportamento risulti posto in essere a seguito di fatti direttamente conseguenti a ritardi, omissioni od errori dell'amministrazione stessa"?
Nel mio caso il mio comportamento (non aver pagato l'imposta ) è dovuto all' omisssione della  notifica da parte dell'Agenzia Territorio" della riclassficazione della casa in A/1, cosa che pertanto ignoravo.

Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 8 9 10
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
| Sitemap
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.034 secondi con 16 query.